Milan, ok De Ketelaere. Ora c'è bisogno del difensore centrale che permetta a Pioli di fare delle rotazioni

29.07.2022 14:00 di Antonio Tiziano Palmieri   vedi letture
Milan, ok De Ketelaere. Ora c'è bisogno del difensore centrale che permetta a Pioli di fare delle rotazioni
MilanNews.it

In casa Milan l’attesa per Charles De Ketelaere è quasi finita. Il talento belga classe 2001 arriverà in rossonero dopo una lunga trattativa fra la dirigenza di via Aldo Rossi e il Bruges, club in cui il giocatore gioca da 3 stagioni. Sistemata la trequarti però, Paolo Maldini e Frederic Massara devono concentrarsi sulla difesa, che nella scorsa stagione è stata la meno battuta – al pari di quella del Napoli – di tutta la Serie A. Le certezze della retroguardia rossonera si chiamano sicuramente Fikayo Tomori e Pierre Kalulu. I due hanno formato una vera e propria coppia di ferro, tant’è che Stefano Pioli sicuramente ripartirà da loro come titolari. Ma non basta perché per affrontare una stagione dove nei primi 3 mesi ci saranno ben 21 partite, servono anche valide alternative.

I RUOLI DI KJAER E GABBIA    

Al momento la prima alternativa, sulla carta, è Simon Kjaer. Il danese però non gioca da inizio dicembre, ossia dall’infortunio che si è procurato nel match di Marassi contro il Genoa. Kjaer è tornato ad allenarsi a Milanello il 4 luglio ma è stato preservato da mister Pioli nelle amichevoli che il Milan ha giocato in queste settimane. Dunque, ad oggi non può essere considerato un punto fermo. Poi c’è Matteo Gabbia. Il classe 1999 è sul mercato, ma finché non arriva un altro difensore, non si muoverà.

IL MERCATO

Le notizie di mercato che riguardano la difesa del Diavolo, portano sempre verso Londra, sponda Tottenham. Il nome è quello di Japhet Tanganga. Il Milan vuole il giocatore il prestito oneroso con diritto di riscatto fissato fra i 15 e i 20 milioni di euro, mentre per ora Fabio Paratici (DS del club inglese) non accetta questa soluzione perché vorrebbe inserire l’obbligo di riscatto. Le parti continuano a sentirsi e ad aggiornarsi costantemente. La partita è aperta ed è tutta da giocare.