Passo indietro rispetto a Colonia, il Milan ungherese sbaglia atteggiamento e interpretazione. Poi cresce nella ripresa

23.07.2022 20:00 di Manuel Del Vecchio Twitter:    vedi letture
Passo indietro rispetto a Colonia, il Milan ungherese sbaglia atteggiamento e interpretazione. Poi cresce nella ripresa
MilanNews.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Dopo l'incoraggiante uscita di Colonia, il Milan oggi fa invece un piccolo passo indietro. Nel caldo pomeriggio ungherese i padroni di casa dello ZTE, molto avanti nella preparazione fisica, mettono sotto i campioni d'Italia con un primo tempo ad alta intensità: subito in gol sfruttando la disorganizzazione della retroguardia rossonera su un corner al secondo minuto, gli ungheresi approfittano della pesantezza delle gambe degli uomini di Pioli, oltre che del loro pressappochismo difensivo. Al 26esimo il risultato è sul 3-0, figlio di errori individuali, di reparto e anche di un eurogol di Tajti, che dalla distanza pesca il jolly per l'incrocio dei pali. Squillo rossonero con Olivier Giroud alla mezz'ora, che realizza il penalty conquistato da Ballo-Touré. Sul finale di tempo è ancora Oli G ad andare vicino al gol, ma un miracolo di piede di Demjen gli nega la gioia della doppietta. Primi quarantacinque minuti negativi un po' per tutti, bene invece Kalulu e Giroud.

Nella ripresa mister Pioli aspetta il 60esimo per effettuare i cambi. Squadra rivoluzionata, dentro i "titolari": il lavoro a Milanello è cominciato più tardi rispetto ai compagni e si vede. Molto bene invece Adli: il giocatore dà del tu al pallone, si sbatte, si fa trovare fra le linee ed è cercato dai compagni. Si muove bene sulla trequarti, l'impressione che sia un bel calciatore si cementa. E infatti l'assist per Krunic per il gol del definitivo 3-2 arriva dai suoi piedi: Rade controlla, supera l'avversario e fulmina il portiere. Nel finale Calabria a tu per tu con l'estremo difensore avversario spreca il tiro del possibile 3-3. Secondi quarantacinque minuti comunque decisamente migliori rispetto alla prima metà di gara.

Molte meno indicazioni positive per Pioli rispetto alla partita con il Colonia, fortunatamente queste amichevoli si giocano proprio questo motivo: ora la squadra volerà in Austria per un mini ritiro e per preparare al meglio la sfida di mercoledì contro il Wolfsberger.