Quattro cambi in un colpo solo, così Pioli ha sbancato Madrid: c'è la sua firma nella vittoria con l'Atletico

25.11.2021 12:00 di Salvatore Trovato   vedi letture
Quattro cambi in un colpo solo, così Pioli ha sbancato Madrid: c'è la sua firma nella vittoria con l'Atletico
MilanNews.it
© foto di www.imagephotoagency.it

L’ha vinta il Milan, l’hanno vinta Kessie, con il suo assist al bacio, e Messias, con il suo colpo di testa implacabile. Tutto giusto. Ma la vittoria di Madrid porta la firma evidente di Stefano Pioli. La Gazzetta dello Sport lo definisce “il più bravo di tutti”, perché è riuscito a risollevare subito la squadra dopo la caduta di Firenze, e lo ha fatto senza giocatori chiave come Tomori, Rebic e Leao, quest’ultimo rimasto in panchina al "Wanda Metropolitano" per tutti i novanta minuti di gara.

Poker di cambi
Ci sono le intuizioni del mister e tutta la sua capacità di preparare e leggere la partite nel successo contro l’Atletico Madrid. Come sottolinea la rosea, al 20esimo della ripresa, con quattro cambi in un colpo solo, Pioli ha sbancato Madrid. L’ingresso di Ibrahimovic ha dato peso all’attacco, Bakayoko ha fatto lo stesso ma qualche metro più indietro; e che dire di Messias, l’eroe della serata: oltre al gol della speranza Champions, il brasiliano si è dato un gran da fare portando freschezza e qualità alla manovra rossonera.

Una prima da urlo
Insomma, Pioli ci ha messo lo zampino. La notte di notte di Madrid rimarrà impressa per sempre nella mente e nel cuore dell’allenatore del Milan, che a 56 anni e con oltre 700 panchine sulle spalle, si è regalato il primo successo in Champions League. Chapeau. In attesa della sfida finale con il Liverpool e della firma sul contratto (è questione di giorni), bisogna riconcentrarsi sul campionato. Servono altre intuizioni, altre mosse vincenti. Serve tutta la preparazione di Stefano Pioli.