Bucchioni sul Milan: "Ibra resta. Pioli ha chiesto Chiesa e Milenkovic"

31.07.2020 13:50 di Enrico Ferrazzi Twitter:    Vedi letture
Fonte: di Enzo Bucchioni per tuttomercatoweb.com
© foto di Federico De Luca
Bucchioni sul Milan: "Ibra resta. Pioli ha chiesto Chiesa e Milenkovic"

Ibra resterà al Milan, come una sorta di uomo Delmonte ha detto sì alla corte di Maldini e Massara con la regia di Mino Raiola. Come ampiamente previsto, il cambio di progetto calcistico, l’addio a Rangnick e la totale fiducia in Pioli, era chiaro che la prima mossa avrebbe portato i dirigenti rossoneri a ripartire dallo svedese. Ibra guadagnerà circa quattro milioni di euro per una stagione, ma la sua più alta richiesta iniziale sarà compensata da una serie di bonus abbastanza facilmente raggiungibili, ma anche di uno più ambizioso: il ritorno in Champions. Ibra ha sposato il progetto, vuole essere lui, a trentanove anni, a riportare i rossoneri nella massima competizione europea. Del resto, perchè meravigliarsi? Ibra vive di sfide e di asticelle da alzare ogni giorno ed è proprio quello che serviva e serve al Milan. Gente che sa di calcio come Maldini e Massara ha capito perfettamente quello che è successo nello spogliatoio del Milan e in campo con l’arrivo di Ibrahimovic, ma sanno anche quanto abbia contribuito alla crescita e alle certezze di Pioli. Una intera squadra è maturata nelle convinzioni calcistiche, nell’interpretazione delle partite, nella sicurezza, ma anche negli allenamenti, più intensi e più vivi. Ibra ha portato benzina ed è un modello vincente da imitare per tutti. In attesa del rinnovo di Donnarumma (ci vuole pensare ancora), stanno diventando più chiari anche gli obiettivi di mercato. Pioli ha fatto i nomi di due giocatori che conosce molto bene, uno perché l’ha lanciato lui, l’altro perchè l’ha fatto crescere. Si tratta, ovvio, di Milenkovic e Chiesa che con lui nella Fiorentina hanno fatto benissimo. Pioli ha in testa di tornare alla difesa a tre e mezzo che a Firenze ha funzionato benissimo, con Milenkovic, appunto, esterno destro, capace di contribuire parzialmente alla manovra, ma soprattutto terzo centrale in fase difensiva. Chiesa si sposa benissimo con il 4-2-3-1 degli ultimi tempi, esterno alto è il suo ruolo ideale. L’operazione è ambiziosa e costosa. Milenkovic non vuole rinnovare, è in scadenza nel 2022 e la Fiorentina non lo fermerà, ma la richiesta è secca: quaranta milioni. Chiesa non si è ancora pronunciato, Rocco Commisso aspetta di sapere se vuol andar via o restare a Firenze. Se chiedesse di essere ceduto nessuno lo fermerebbe, ma la Fiorentina si aspetta almeno 60-70 milioni. Come si vede, un’operazione da cento milioni e passa. Fattibile? Il Milan non pensa di pagare cash, ovvio, ma sta preparando un “pacchetto” con alcuni giocatori in contropartita. Nel piatto offerto ai viola ci sarebbero il centravanti Leao e il centrocampista Paquetà, due talenti inespressi, pagati circa 40 milioni l’uno. Inoltre ci potrebbe essere anche l’esterno sinistro difensivo Ricardo Rodriguez, valutato cinque milioni, reduce dal prestito in Olanda. E’ un’operazione tutta da imbastire, ma la Fiorentina sta puntando decisamente al contante anche se Paquetà piace e Leao, classe ’99, è un giocatore dalle grandi potenzialità. Per ora i viola sono stati abbastanza fermi, la conferma di Iachini arrivata appena ieri dovrebbe far chiarezza sugli obiettivi anche se un centroavanti sicuramente ai viola serve.