Milan, Ibra obiettivo primario. Ma la dirigenza inizia a guardarsi attorno

12.12.2019 08:12 di Antonio Vitiello Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Milan, Ibra obiettivo primario. Ma la dirigenza inizia a guardarsi attorno

Sul tavolo c’è un’offerta importante e una risposta che tarda ad arrivare. Il Milan ha consegnato nelle mani di Mino Raiola una proposta economica molto vantaggiosa (a detta del club) per Zlatan Ibrahimovic. Il nodo però resta la durata del contratto, perché lo svedese vorrebbe 18 mesi mentre i rossoneri offrirebbero 6 più 12 in base al raggiungimento della Champions. Situazione che per ora non sta entusiasmando Ibra e per questo la risposta a Boban e Maldini tarda ad arrivare. In più lo svedese sta cercando di capire come si evolverà la situazione a Napoli ora che in panchina è stato chiamato Gattuso. Il Milan però si aspettava maggiore entusiasmo da parte di Ibra e una decisione in tempi più ristretti.

Così i rossoneri per non farsi cogliere impreparati hanno cominciato a sondare altri giocatori. C’è stata una telefonata esplorativa con la Juve per capire la situazione di Mario Mandzukic, finito ai margini del progetto bianconero dopo che in estate aveva rifiutato più destinazioni. Il croato ha un contratto fino al 2021 e guadagna 6 milioni netti all’anno, troppi per il Milan che non vorrebbe arrivare a queste cifre. Ma in vista di gennaio anche Mandzukic sarebbe una delle alternative a Ibra, anche se il sogno della dirigenza milanista è sempre quello di riportare lo svedese a Milanello per riaccendere l’entusiasmo della piazza in vista del girone di ritorno.