TMW - Il Milan non può permettersi di non rinnovare il contratto di Kessiè. E lo sa anche il Milan

28.06.2021 18:25 di Enrico Ferrazzi Twitter:    vedi letture
Fonte: di Raimondo De Magistris per tuttomercatoweb.com
TMW - Il Milan non può permettersi di non rinnovare il contratto di Kessiè. E lo sa anche il Milan
MilanNews.it
© foto di PhotoViews

Fino a questo momento, il Milan tra le big di Serie A è la squadra che ha speso di più. Tra il riscatto di Tomori e l'acquisto di Maignan, il club rossonero ha già fissato due tasselli per la prossima stagione. Al contempo, il club rossonero in queste prime settimane di calciomercato ha visto andar via, a parametro zero, due dei calciatori più importanti dell'ultima stagione. Su tutti Gianluigi Donnarumma per il quale il Milan - dal suo punto di vista - ha fatto uno sforzo importante mettendo sul piatto 8 milioni di euro. Gigio ha però deciso di sposare la causa PSG: che ha offerto 11+2 milioni di euro netti a stagione, che ha l'ambizione di costruire la squadra più forte al mondo.
E poi Hakan Calhanoglu, il 10 turco saltato sull'altra sponda del Naviglio. Ritenuto dal Milan importante ma non fondamentale, per Calha l'offerta non è mai andata oltre i 4 milioni di euro netti a stagione e anche quando s'è fatta avanti l'Inter, il club rossonero non s'è scomposto. Convinto di poterlo sostituire nel migliore dei modi nelle prossime settimane.

Le decisioni prese dal Milan sono piaciute ai tifosi. Che in queste settimane hanno tutti o quasi apprezzato la strategia rossonera: prendere o lasciare. Senza cedere ai procuratori. Senza stravolgere i piani societari per nessuno.
Però è un dato di fatto che il Milan abbia perso due dei suoi migliori giocatori a parametro zero e che stia trovando difficoltà e resistenze nelle trattative per i rinnovi dei contratti. Era così per i giocatori scadenza 2021, poi andati via, è così per quelli in scadenza 2022: Romagnoli, Calabria e Kessiè.

Sono tre situazioni diverse: per Romagnoli la trattativa è bloccata, e col riscatto di Tomori il Milan è pronto a darlo via. Per Calabria, anche se non c'è l'accordo, c'è fiducia e volontà nell'andare avanti insieme e domanda e offerta potrebbero presto collimare. Mentre Kessiè, in questo momento, è il vero e proprio ago della bilancia. L'ivoriano è stato fondamentale per il raggiungimento del secondo posto e oggi, a un anno dalla scadenza dell'accordo, sa di avere la fila di club interessati a lui. Soprattutto se andrà a scadenza. La richiesta, al momento, è di 5 più bonus. Il Milan non arriva a 4 ma sa di non poter tergiversare troppo. Serve un accordo e serve in fretta: il club rossonero non può permettersi di perderlo a parametro zero.