Mercato bene ma non benissimo. Il rinnovo di Kessie...

05.09.2021 00:00 di Andrea Longoni Twitter:    vedi letture
Mercato bene ma non benissimo.  Il rinnovo di Kessie...

Pausa delle Nazionali, tempo di bilanci. Il mercato del Milan si può definire positivo, ma non perfetto. Bene ma non benissimo, insomma. La rosa oggi è decisamente più completa e può vantare tante alternative che un anno fa mancavano. Detto che Maignan in porta fin qui ha fatto bene, Florenzi può portare esperienza e duttilità. Tomori dall'inizio della stagione rappresenta un upgrade importante rispetto a un anno fa. A sinistra c'è anche finalmente un'alternativa di ruolo come Ballo Tourè.

Il centrocampo oggi è molto più forte: Tonali finalmente sembra essere esploso e un giocatore come Bakayoko un anno fa mancava tra le scelte possibili. Molto importante anche il salto di qualità in attacco: nella scorsa stagione c'era soltanto un numero 9, Ibra, mentre oggi Pioli può contare anche su Pellegri, ma soprattutto su Giroud. L'acquisto del francese è stato troppo sottovalutato: il pre campionato e l'inizio di stagione hanno fatto cambiare idea a molti. Non ci voleva, a questo proposito, la positività al tampone. Il neo è sulla trequarti. Se sugli esterni la squadra è completa, in mezzo manca una vera alternativa a Brahim Diaz: Messias può esserlo, ma si muove meglio sulla destra. Dopo la partenza di Calhanoglu, è chiaro che ci si aspettava un colpo importante per sostituirlo, come di fatto era nei programmi del Club.

La vicenda non è stata gestita bene, visto che si è passati dalla speranza di avere qualche esubero importante in prestito (Ziyech su tutti), al tentativo su Vlasic, per arrivare a Faivre senza chiudere. Nel frattempo arrivano relazioni decisamente negative sul fronte rinnovo di Kessie. E' chiaro che l'ivoriano, almeno fino a oggi, non abbia voluto mantenere le belle parole spese pubblicamente dall'Olimpiade e anche privatamente a più riprese con Maldini e Massara.

Chi ha il Milan nel cuore s'interroga sull'opportunità di quelle dichiarazioni, se poi non seguite dai fatti. La dirigenza questa volta non aspetterà all'infinito e cercherà di risolvere la vicenda in tempi brevi, nel bene, si spera, o nel male. Poi eventualmente dovrà essere Kessie a prendersi le sue responsabilità e a metterci la faccia, con la reputazione che però verrebbe completamente azzerata. "Torno e sistemo tutto, i tifosi sanno che mantengo sempre la parola". Già...