ESCLUSIVA MN - Casotti (Dazn): "Lasciare andare via Maldini e Massara sarebbe un errore"

17.06.2022 20:00 di Redazione MilanNews Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA MN - Casotti (Dazn): "Lasciare andare via Maldini e Massara sarebbe un errore"
© foto di www.imagephotoagency.it

Federico Casotti, Executive producer a Dazn, è intervenuto oggi sul nostro canale Twitch. Ecco, di seguito, le sue dichiarazioni più importanti:

Su Maldini e Massara: "Stanno dimostrando grande professionalità visto che stanno portando avanti il loro lavoro come se non fossero in scadenza. Quando c'è un cambio di proprietà è normale un periodo di incertezza. Massara è da sempre un grande conoscitore di calcio, per il Milan è una risorsa di alto livello. Alla luce dei risultati, non solo di quest'anno, lasciare andare via due come Maldini e Massara sarebbe un errore. I fondi di investimento hanno sempre un approccio particolare, guardano più al futuro che al presente per intenderci. I risultati ottenuti dimostrano che anche questo è un modo per vincere".

Su Renato Sanches e Botman: "Renato Sanches è stato rigenerato dal Lille. Era diventato una delle stelle di Euro 2016, tanto che venne preso dal Bayern Monaco. In Germania non ha fatto bene, anche perchè era giovanissimo e poi l'ambiente del Bayern non è semplice. Al Lille si è rigenerato e ora è pronto per fare il prossimo step. Per quanto riguarda Botman, dico che leggo cifre un po' troppo alte. E' comunque un prospetto di assoluto valore, ha già esperienza in Champions".

Su Lang e De Ketelaere: "Lang è giocatore che può giocare anche a destra. E' un tipico prodotto del calcio olandese, quindi in un 4-2-3-1 come quello del Milan può dire la sua. Rispetto a De Ketelaere ha un'identità tattica più definita. Sono due giocatori che hanno dalla loro un enorme margine di miglioramento e avere un allenatore come Pioli potrebbe aiutarli a migliorare e a crescere ancora di più. Sarebbero due buone pedine per Pioli. Se devo scegliere uno dei due dico De Ketelaere perché lo vedo come un giocatore più continuo. Lang è uno da notte di Champions, che magari fa due partite brutte in campionato e invece in Europa fa grandi cose".

Sulla sorpresa del Milan: "Non avevo dubbi su Tonali. Tomori mi ha sorpreso, ha avuto una crescita incredibile. L'anno scorso si era intuito che fosse un ottimo giocatore. Poi faccio anche il nome di Maignan perché non era facile sostituire Donnarumma e fare quello che ha fatto. È stato decisivo sia con le mani che con i piedi in fase di costruzione".