ESCLUSIVA MN - Cucchi: "Giroud ottimo acquisto. Gigio? Teneva più ai milioni del PSG che al Milan. Tonali invece..."

22.07.2021 18:00 di Enrico Ferrazzi Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA MN - Cucchi: "Giroud ottimo acquisto. Gigio? Teneva più ai milioni del PSG che al Milan. Tonali invece..."
MilanNews.it
© foto di Federico De Luca

La redazione di Milannews.it ha contattato in esclusiva Riccardo Cucchi, storico radiocronista sportivo. Con lui abbiamo parlato dell'addio di Donnarumma, del lavoro di Maldini e della dirigenza milanista, dell'arrivo di Giroud e della conferma di Pioli sulla panchina rossonera. Ecco le sue parole:

Sig. Cucchi, che idea si è fatto della vicenda Donnarumma? Si aspettava un comportamento diverso da parte del giocatore?
"Mi sarei augurato un comportamente diverso. Credo che Donnarumma debba molto al Milan, c'è un debito di gratitudine evidente nei confronti del club rossonero da parte del portiere. Comprendo le sue esigenze da professionista e che l'offerta del PSG fosse molto importante, però nella vita si possono fare anche altre scelte, come ha dimostrato Tonali che si è tagliato l'ingaggio perchè lui è felice al Milan. Ognuno è felice secondo i propri parametri, evidentemente Donnarumma, e lo dico senza voler offendere Gigio, teneva di più a quell'ingaggio milionario. E' un vero peccato perchè per me Donnarumma è il miglior portiere al mondo". 

E' d'accordo con la linea scelta dal Milan nei casi Donnarumma e Calhanoglu?
"Sono convinto che i dirigenti del Milan si stiano comportando nel modo corretto. Siamo tutti consapevoli di essere in un momento difficile dal punto di vista economico e il Milan sta dimostrando di aver compreso prima di altri che servono fare dei sacrifici. E' importante avere una squadra competitiva, ma allo stesso tempo è altrettanto importante tenere d'occhio i bilanci. Purtroppo il calcio non è più quello di qualche anno fa, oggi non è più tempo di spendere troppo, quindi trovo saggi i comportamenti della dirigenza milanista". 

Si aspettava che Paolo Maldini fosse fin da subito così bravo anche a fare il dirigente?
"No, sinceramente no. Lui è stato un grande campione, ma il passaggio dal campo alla scrivania non è mai facile. Non tutti riescono ad essere altrettanto bravi fuori dal campo. Maldini è una persona intelligente, capace e utile. Sta imparando molto velocemente i segreti del mestiere del dirigente. Per me la qualità più importante di Maldini è l'amore per questi colori e questa società, il Milan è la sua casa e lo sta dimostrando". 

Come giudica l'acquisto di Giroud?
"Secondo me è un ottimo acquisto. Molti contentano il fatto che non sia più giovanissimo, ma io penso che Giroud possa dare ancora tantissimo. L'ho visto giocare recentemente, il campione c'è ancora, mi auguro solo che sia supportato da una buona condizione fisica. Per il nostro campionato è un arrivo importante. La scelta del Milan di prenderlo è assolutamente ragionevole, soprattutto se pensiamo che ormai nel calcio bisogna conciliare il lato sportivo con quello economico". 

Tra le big del nostro campionato, solo Milan e Atalanta hanno mantenuto lo stesso allenatore rispetto all'anno scorso. Cosa pensa della conferma di Pioli?
"E' il riconoscimento dell'ottimo lavoro che Pioli ha svolto sulla panchina del Milan, sinceramente non c'erano motivi per cambiare guida tecnica. Pioli ha dimostrato di essere molto bravo, il Milan ha dominato il campionato per diversi mesi, qualche tifoso sperava nello scudetto, ma bisogna essere onesti e dire che la rosa dell'Inter era superiore rispetto a quella rossonera. Il Milan ha tanti giovani con grandi margini di crescita. Il lavoro di Pioli, che ha dato una fisionomia di gioco per precisa alla squadra rossonera, è sotto gli occhi di tutti. Sono convinto che anche nella prossima stagione il Milan potrà lottare per obiettivi importanti. Sarà un campionato equilibrato".