ESCLUSIVA MN - Dalla Croazia, Tironi: "Mandzukic si è allenato ogni singolo giorno, è lo stesso di due anni fa. Vive per il calcio come Ibra"

20.01.2021 17:00 di Matteo Calcagni Twitter:    Vedi letture
ESCLUSIVA MN - Dalla Croazia, Tironi: "Mandzukic si è allenato ogni singolo giorno, è lo stesso di due anni fa. Vive per il calcio come Ibra"

Hrvoje Tironi, giornalista croato di 24sata, è stato intervistato in esclusiva da MilanNews.it per parlare dell'arrivo di Mario Mandzukic in rossonero. Un confronto importante per conoscere lo stato di forma dell'attaccante, così come il suo rapporto con Zlatan Ibrahimovic e Ante Rebic, quest'ultimo suo ex compagno in Nazionale.

Mandzukic è stato uno dei protagonisti dello splendido Mondiale 2018 della Croazia, oltre ad aver offerto un contributo importante all'ultimo scudetto della Juve di Allegri. Poi con Sarri non ha più giocato e alla fine ha scelto il Qatar. Credi possa essere ancora lo stesso giocatore di un paio di anni fa?

"Credo sia lo stesso giocatore del 2018/19. Perché? È un ragazzo maturo ed esperto che presta tantissima attenzione al suo fisico. Mario Manzdukic non è mai stato uno che ama fare festa o rilassarsi in spiaggia, si è sempre allenato duramente. Non ha più giocato dallo scorso marzo, per qualsiasi altro calciatore sarei preoccupato, ma non per Mandzukic. È un vero guerriero. Ha fatto una dichiarazione fantastica alla stampa croata, dicendo: 'Se pensassi di non essere del tutto pronto per il calcio italiano, starei a casa a guardare la televisione. Non vado al Milan per prendere in giro me stesso'".

L'attaccante sostiene infatti di essere in buone condizioni. Pensi che possa recuperare velocemente il ritmo partita?

"Mandzukic non si è mai infortunato gravemente nella sua carriera. Presta veramente attenzione al suo corpo, credo che sia del tutto preparato per questo nuovo step della sua carriera. È veramente in ottima forma, si è allenato ogni singolo giorno negli ultimi dieci mesi; riuscirà sicuramente a ritrovare il ritmo partita in poche settimane. Penso che Mario non fosse pronto per il Qatar, aveva ancora bisogno di un ambiente più competitivo. Inoltre conosce la lingua italiana, sa cosa aspettarsi dalla Serie A. Credo sia un buon trasferimento per lui ma anche per il Milan".

Ibrahimovic si è dichiarato felice del suo arrivo. Credi che i due possano giocare insieme? Oppure Mandzukic sarà principalmente l'alternativa a Zlatan?

"Capisco perfettamente perché Ibrahimovic è contento dell'acquisto di Mandzukic. A Zlatan non interessa l'età, vive per il calcio, così come Mario. Si rispettano a vicenda da tanti anni, entrambi sono veri guerrieri. I tifosi li hanno amati ovunque abbiano giocato, proprio perché possiedono questa passione viscerale per il calcio. Sono disposti a tutto per far sì che la squadra vinca. Penso che Zlatan e Mario possano assolutamente giocare insieme".

Mandzukic troverà Rebic in rossonero. I due hanno un buon rapporto in Nazionale?

"Ante Rebic and Mario Mandzukic hanno un rapporto fantastico in Nazionale. È una cosa ovvia vedendo come giocano in campo. Entrambi lavorano duramente per l'intera squadra. Erano la prima linea di difesa della Croazia".