ESCLUSIVA MN - Ielpo: "Maignan è uno dei migliori nel proprio ruolo. De Ketelaere? Ha grandissime doti"

07.08.2022 16:00 di Filippo D'Angelo   vedi letture
ESCLUSIVA MN - Ielpo: "Maignan è uno dei migliori nel proprio ruolo. De Ketelaere? Ha grandissime doti"
MilanNews.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Mario Ielpo, ex portiere del Milan, è intervenuto in esclusiva ai microfoni di MilanNews.it. Di seguito le domande e le risposte:

Mario, questo Milan Campione d’Italia è favorito per la vittoria dello Scudetto?

“Il Milan è più pronto di tutte le altre squadre. Le amichevoli che ha giocato sono state impressionanti. Ho visto lucidità di gioco, un’intesa al 100% fra i giocatori, voglia di continuare lungo la stessa tendenza. Solo il campo dirà se sarà quello più forte e completo”.

La solidità difensiva e l’apporto di Maignan saranno ancora decisivi?

“La forza del Milan dell’anno scorso è stato un portiere che oltre parare ha fatto reparto in squadra. Sicuramente lo dovrà essere anche per questa stagione. Credo che sia già uno dei migliori nel proprio ruolo. Ha vinto due campionati con Lille e Milan, ha fatto già delle imprese. Per crescere ancora deve giocare in una squadra con l’obiettivo di affermarsi a livello internazionale. Credo che questo sia l’obiettivo del Milan per il prossimo anno”.

È necessario andare a prendere un nuovo difensore centrale?

“Se Kjaer è quello che conosciamo, la difesa bene o male ha già tre titolare. Se invece lui sarà lontano dalla condizione sicuramente il difensore forte devi prenderlo”.

Ti ha convinto l’acquisto di De Ketelaere?

“De Ketelaere ha delle grandissime doti. Basta guardare qualche spezzone e quello che ha fatto nel corso della sua carriera. Non è mai facile giocare nel suo ruolo, specialmente in Italia. Dobbiamo dargli tempo, quando si è così giovani non è semplice sapere se rimarrà soltanto un ottimo giocatore oppure se diventerà un campione. Soltanto il campo potrà dirlo”.

Adesso il Milan in attacco è a posto così?

“Non credo che un attaccante sia necessario. Ci sono due centravanti sulla carta entrambi titolari, più una serie di giocatori che possono fare un po’ tutto. Sinceramente prenderei un ragazzo ma non un altro titolare, Origi è il giocatore ideale per il Milan. Bisognerà capire se farà tanti gol o se aiuterà gli altri ad andare a segno”.

Ibrahimovic lascerà ancora il segno secondo te?

“Fossi un giornalista direi una cosa ad Ibrahimovic. Così come ha fatto la promessa di riportare lo Scudetto, gli chiederei di aiutare il Milan e di prendersi l’impegno di fare quello che gli manca nella sua carriera: vincere la Champions League. Un altro anno in Europa potrà essere molto stimolante per lui”.

Qual è il tuo giudizio su Adli?

“Adli mi ha convinto, è un giocatore importante che farà sicuramente un’ottima carriera. Sa giocare veramente bene. Credo che possa diventare un titolare, è veramente forte. È più un numero dieci, quella zona di campo diventa affollata ma può essere che possa trovare spazio anche a centrocampo. Bisogna vedere”.