ESCLUSIVA MN - Ielpo: "Scudetto? Un'occasione incredibile. Ibra dovrà essere decisivo in questo finale"

31.03.2022 16:00 di Gianluigi Torre Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA MN - Ielpo: "Scudetto? Un'occasione incredibile. Ibra dovrà essere decisivo in questo finale"
MilanNews.it
© foto di DANIELE MASCOLO

Il campionato si avvia verso la fine e il Milan è in piena lotta scudetto: momentaneamente i rossoneri sono a +3 dal Napoli e a +6, con scontri diretti a favore, sull'Inter, che deve recuperare la partita contro il Bologna. Per commentare questo rush finale, la redazione di MilanNews.it ha contatto in esclusiva Mario Ielpo, ex portiere rossonero. Queste le sue parole ai nostri microfoni:

Altra mancata convocazione per Calabria in Nazionale. Cosa ne pensi di questa scelta di Mancini?
"Visto come sono andate le cose sarà stato contento (ride, ndr). Da oggi si inizia un nuovo ciclo e lui guarderà al futuro. Magari poteva rimanerci male prima ma ora va tutto nel dimenticatoio".

Florenzi, invece, è andato in Nazionale. Come l'hai visto?
"L'ho visto bene sia in Nazionale, sia con il Milan. Forse è stato uno dei migliori. Nel Milan ha fatto fatica nelle prime apparizioni, poi bene o male ha avuto spazio e ha giocato bene, dando sempre il suo contributo in più modi. Io mi auguro anche che il mister lo utilizzi anche per coprirsi di più, lasciandolo in campo con Calabria".

Cosa ne pensi del mercato del Milan? I rossoneri stanno chiudendo Origi e Botman.
"Bisogna avere fiducia. Io non sono uno specialista del mercato, ma è difficile dare un giudizio. Bisogna partire dal presupposto che il Milan non può entrare in concorrenza con le altre società per il giocatore perfetto, ci sono club molto più avanti. Adesso è una realtà in cui devi prendere un giocatore che non si è ancora affermato".

Ti sei già fatto un'idea sul belga? 
"Dal punto di vista generale mi sembra vada bene, con caratteristiche moderne. Riuscire ad affermarsi? Non saprei..."

Il Milan è lì, in cima alla classifica...
"E' un'occasione incredibile. Lo scorso anno, in questo periodo, il Milan aveva avuto una flessione. Ma oggi i rossoneri hanno tre punti in più dello scorso anno. Quest'anno non ci sono corazzate in campionato e quindi si può vincere. La Juve, però, si sta preparando per avere una rosa importante. Bisogna sfruttare quest'anno".

Chi potrà essere il giocatore decisivo di questo finale?
"Il nome è facile: Ibrahimovic. Quello che doveva essere il protagonista principale e che non lo è stato per vari motivi, ora dovrà tornare ad esserlo".

Intervista di Gianluigi Torre