ESCLUSIVA MN - Magro (Giornale di Brescia): "Tonali-Milan, ci siamo: ecco le cifre dell'operazione. In lui vedo un futuro da protagonista"

03.07.2021 18:00 di Gianluigi Torre Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA MN - Magro (Giornale di Brescia): "Tonali-Milan, ci siamo: ecco le cifre dell'operazione. In lui vedo un futuro da protagonista"
MilanNews.it
© foto di PhotoViews

Per provare a fare chiarezza sulla situazione legata a Sandro Tonali e il suo passaggio al Milan a titolo definitivo, la redazione di MilanNews.it ha contattato in esclusiva Gianluca Magro, firma del Giornale di Brescia.

Che impressione ti ha fatto Sandro Tonali alla prima stagione con il Milan?
"Sandro ha sentito un po' il salto dalla Serie B alla Serie A e dalla squadra di provincia ad una grande squadra, compreso anche l'andare a vivere in una grande città. Forse si aspettavano tutti qualcosa di più, anche lui stesso si aspettava qualcosa di più da parte sua, compreso il riuscire a giocare qualche gara in più. Quest'anno ha trovato una concorrenza molto forte, ma non è riuscito a dare tutto quello che poteva e quindi è stata una stagione interlocutoria ma che gli permetterà di crescere. Questa stagione lo aiuterà nelle prossime. Per quanto mi riguarda, Sandro, nel suo genere, è un giocatore unico".

Per le sue caratteristiche, lo vedi meglio come vice Bennacer o vice Kessiè?
"Per le caratteristiche che vedo in lui è un vice Bennacer, però è anche un ragazzo molto duttile, un ragazzo che a Brescia è stato un po' una spugna considerando quello che sa prendere dai compagni. Lo vedo bene in entrambi i ruoli, ma se dovessi scegliere dico al posto di Bennacer". 

Sandro ha trovato poco spazio nel finale di stagione. Come mai? 
"Non credo sia una questione economica, quindi legata a diversi bonus da dare al Brescia. Immagino che il Milan guardi oltre a queste cose. Io credo che nel finale di stagione Pioli abbia utilizzato giocatori più utili per il raggiungimento dell'obiettivo, che era quello di guadagnarsi un posto in Champions, e credo che Sandro non fosse il giocatore ideale. Per Tonali, inoltre, è stata una stagione un po' strana. Lui ha iniziato la preparazione dopo a causa del Covid e penso che l'abbia patita abbastanza. Facendo un paragone con chi a Brescia ha avuto gli stessi problemi, anche Bisoli in questa stagione ha trovato più difficoltà rispetto al solito". 

A che punto siamo della trattativa con il Brescia di Cellino?
"Da quando c'è Cellino chiunque fosse il direttore sportivo è sempre passato in secondo piano. Molte volte ha gestito lui la trattativa con Maldini, anche per una questione di rapporti costruiti negli anni. Io credo ormai che Cellino sia entrato nell'ottica del famoso sconto. Lo sconto prevedeva che il Milan potesse rivedere le cifre, e quando si è arrivati a metà giugno, sia il Milan che Cellino avevano capito che forse era meglio ripartire da zero, considerando anche che il Milan, forse, era l'unico interlocutore del Brescia e perché sapeva qual era la volontà di Tonali. Cellino comunque è riuscito ad ottenere il cartellino di Olzer, che lui ritiene interessante, e non mollerà Colombo. Immagino e credo che ci sia stata anche un po' della sua volontà di chiedere a Tonali uno sconto, quasi nell'ottica di dire che lui ci rimette, ma qualcosina deve mettere giù anche al giocatore".

Quali saranno, quindi, le nuove cifre dell'operazione Tonali?
"Rispetto alle cifre dello scorso anno, il Brescia è sceso di almeno in 50% in meno. Non si parla di più di 25 milioni, ma 15. E' da capire se il cartellino di Olzer è da inserire in questa cifra o è a parte. Io credo che ormai l'accordo sia stato trovato, ma nel momento in cui cui dovesse arrivare l'ok da parte di Bozzo per la riduzione dell'ingaggio di Tonali, si arriverà all'accordo definitivo. Lunedì il Brescia partirà con le visite mediche, quindi immagino che non siano intenzionati a far svolgere le visite a Sandro, così da farle direttamente con il Milan. A meno che non ci siano intoppi nelle prossime 48 ore, mi stupirei se dovessi vedere Tonali fare le visite con il Brescia".

Dato che siamo al termine di questa trattativa, che futuro vedi nel Tonali rossonero?
"Io lo vedo da protagonista, forse perché ho negli occhi tutto quello che ha fatto a Brescia. Ha piede e ha testa, ma ha tutte le caratteristiche per stare nel Milan, indipendentemente da quello che sarà il destino di Bennacer. Per come ho visto giocare Tonali, mi auguro che il Milan abbia la voglia di riscattarlo e di aspettarlo per vederlo crescere. Poi lì sta alla squadra capire se il giocatore può essere aspettato o meno, ma credo che Tonali ha appreso tanto in questa stagione per poter fare meglio nella prossima".