ESCLUSIVA MN - Marelli: "Mai rigore su Babacar. Trattenuta su Theo? Giusto non intervenire, però..."

24.06.2020 18:03 di Thomas Rolfi Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
ESCLUSIVA MN - Marelli: "Mai rigore su Babacar. Trattenuta su Theo? Giusto non intervenire, però..."

L'episodio del rigore fischiato a Babacar per il contatto con Gabbia non ha inciso sul risultato di Lecce-Milan, ma la scelta di Valeri ha comunque fatto molto discutere. Per commentare quel momento della gara, ma anche la trattenuta di Mancosu su Theo Hernandez in area nel primo tempo, la redazione di MilanNews.it ha contattato Luca Marelli, ex arbitro di Serie A.

Iniziamo con la trattenuta in area dopo un quarto d'ora di gioco di Mancosu su Theo Hernandez: perchè il VAR non è intervenuto come invece ha fatto in Bologna-Juventus?
"In effetti è un episodio molto simile a quello successo a Bologna con protagonisti Denswil e de Ligt, con due differenze: la trattenuta un po' più prolungata di Denswil rispetto a Mancosu e Valeri che non può che aver visto nulla, perchè il giocatore del Lecce copre tutta la visuale con il proprio corpo. Doveri, che era al VAR in Lecce-Milan, non è intervenuto correttamente, perchè non è un chiaro ed evidente errore di Valeri e deve rimanere la valutazione scelta dall'arbitro in campo. Non ci può essere un intervento del VAR e un on field review su una trattenuta di questo genere o su quella di Bologna. Sono trattenute abbastanza chiare, ma sono episodi da moviola e non da VAR. Se il VAR dovesse intervenire su ogni minima trattenuta, provocherebbe sempre l'assegnazione del rigore, perchè le trattenute, per quanto minime, sono condotte irregolari. Se dovessimo andare a cercare l'episodio da rigore con il VAR su ogni minima trattenuta in area ne troveremmo in ogni azione".

Il rigore, invece, è stato assegnato al Lecce nel secondo tempo: una sua considerazione sul contatto Gabbia-Babacar?
"Non c'è nulla, non è rigore mai. Secondo me non c'è niente, c'è soltanto un minimo contatto, che però ha tagliato fuori la possibilità di utilizzare il VAR per controllare l'azione".

Quindi, pur non essendo punibile l'intervento di Gabbia, è stato giusto che Doveri non abbia richiamato Valeri all'on field review?
"E' un episodio che non può essere sottoposto a VAR, perchè un contatto c'è stato. La situazione era nel pieno controllo di Valeri, che ha deciso e su una decisione presa con quella visione sull'azione il VAR non può mai intervenire. Doveri poteva anche essere in disaccordo, ma in ogni caso la decisione di Valeri avrebbe potuto essere cambiata solamente nel caso in cui ci fosse stata una chiara simulazione di Babacar. Il contatto, per quanto leggero, c'è stato e quindi il VAR è automaticamente tagliato fuori in episodi come questo".

Come si potrebbe evitare in futuro un errore di questo tipo?
"Per esplorare queste zone ci vorrebbe il challenge per gli allenatori. In questo caso, se il Milan avesse potuto chiamare un challenge e 'costringere' Valeri a rivedere l'episodio, con buona probabilità Valeri avrebbe cambiato idea. Invece con questo protocollo, decisioni del genere non possono essere oggetto di revisione con il VAR".