ESCLUSIVA MN - Nordstrand: "Per Zlatan tornare al Milan è stata la scelta giusta. Il gol nel derby era destino"

11.02.2020 14:00 di Pietro Andrigo   Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
ESCLUSIVA MN - Nordstrand: "Per Zlatan tornare al Milan è stata la scelta giusta. Il gol nel derby era destino"

Frida Nordstrand, reporter svedese per TV4 CMore, ha parlato in esclusiva ai microfoni di Milannews.it riguardo Zlatan Ibrahimovic, la sua prestazione nel derby e le sensazioni del popolo svedese riguardo il suo ritorno in Europa. Queste le domande e le risposte:

Quali sono state le sue sensazioni sul match? Si aspettava una rimonta dell’Inter?

Non ho visto l’Inter nel primo tempo mentre invece ho notato un Milan affamato e aggressivo. L’Inter non sembrava arrivare ovunque mentre era un piacere vedere giocare il Milan. Il secondo tempo invece è stata un’altra storia e se mi avessi chiesto, prima del match, se potesse finire 4-2 non sarebbe stata una risposta così pazza considerato che l’Inter è prima in classifica. Quel che è certo è che per qualsiasi amante del calcio imparziale è stato un grande derby. 

Come giudica la performance di Zlatan?

"Ho visto arrivare Zlatan nei corridoi di San Siro con un grandissimo e rilassato sorriso sulla sua faccia. Questo sorriso è incominciato a diventare più grande quando i tifosi hanno cominciato a cantare il suo nome e i supporter dell’Inter hanno cominciato ad insultarlo. È ovvio che lui ama partite del genere. Quando ha segnato, è come se sembrasse destinato a farlo. Ha fatto una grossa differenza anche se non era al top della condizione. Dopo la partita era arrabbiato sicuramente per la sconfitta ma anche per aver concesso all’Inter di raggiungere la vetta ma quando mi sono accorta di quanto gli è piaciuto rigiocare un derby, gli è ritornato il sorriso sulle labbra e avrà detto tra sè e sè: “mi sono sentito vivo”

Si aspettava che Ibra potesse essere così decisivo per il Milan? 

"Ho sempre pensato che fosse una scelta giusta ritornare in un club che lui conosce, che la stessa squadra conosce bene e che sa perfettamente che cosa può offrire: esperienza, personalità e la sua incredibile etica del lavoro oltre ad uno spirito combattivo. Tuttavia prevedere che avrebbe fatto una differenza così grande era veramente difficile. Altrettanto impressionante è stata sia la sua forma fisica, perfetta nonostante una lunga pausa, sia il fatto che potesse tornare così presto a giocare partite intere e a segnare. Ha cambiato il suo modo di giocare ma il fatto è che fa ancora la differenza alla sua età in partite come il derby per esempio."

Che cosa pensa il popolo svedese riguardo il ritorno di Ibrahimovic?

"Dal suo ritorno c’è stata una grandissima crescita di spettatori davanti alla tv, di servizi televisivi su di lui o di notizie sui giornali. L’interesse è grande e chiunque in Svezia è curioso di capire cosa può fare ancora. E poi si sa, lui regala sempre spettacolo che sia un commento, un gesto, un tweet...con Zlatan non ci si annoia mai. In tutti gli anni che ho seguito Ibrahimovic nei vari club in cui si è trasferito, una cosa è sempre stata certa: è sempre un grande spettacolo televisivo con Zlatan! Può essere felice, arrabbiato, scherzoso o ridere con te e nonostante questo sarà sempre una grande persona da intervistare. Non sarà mai noioso e che uno lo ami o lo odi, tutti possono concordare che sia una superstar! E in Svezia non ne abbiamo tante."

Pensa che Ibra, dopo prestazioni del genere, possa essere chiamato dal Ct della Svezia per Euro2020?

"Questa è una bella domanda. Lui ha detto no e Janne Andersson, coach della nazionale svedese, ha detto che quei giocatori che non hanno dato disponibilità devono chiamarlo se hanno cambiato idea. Lui non vuole persuadere un giocatore che ha detto di no. Ora attaccanti come Alexander Isak, Robin Quaison o Dejan Kulusevski si stanno rendendo altrettanto protagonisti di ottime stagioni e io penso che sarà dura che Zlatan possa chiamare il Ct. Ma di certo posso dire che ogni qual volta Zlatan si rende protagonista di una grande prestazione, le persone postano o scrivono commenti indirizzati al Ct come “chiama Zlatan ora” o “chiamalo per Euro2020” sui vari social media."