LA LETTERA DEL TIFOSO: "Rangnick sì, ma a due condizioni" di Manuel

27.05.2020 00:24 di Redazione MilanNews Twitter:    Vedi letture
Fonte: scrivi a laletteradeltifoso@milannews.it
© foto di PhotoViews
LA LETTERA DEL TIFOSO: "Rangnick sì, ma a due condizioni" di Manuel

Per cominciare volevo salutare la redazione di MilanNews.it e complimentarmi con voi per il lavoro che fate quotidianamente tenendo informati i tifosi milanisti.

Ormai sembra segnato il futuro della panchina rossonera. Molti quotidiani sportivi e siti d’informazione sportiva ritengono appunto che il prossimo allenatore del Milan sia Ralf Rangnik. Personalmente non lo conosco e non so come mette in campo le squadre ma pare - si vocifera- che abbia una mentalità molto aggressiva e utilizzi un forte pressing appena persa palla, un Gasperini tedesco per intenderci.

Arriviamo al dunque e alla fatidica domanda; è giusto cambiare per l’ennesima volta l’allenatore prendendo Rangnick?

A me personalmente Pioli piaceva molto ma, come Gattuso, Giampaolo e Montella sarebbe partito senza la piena fiducia della società già divisa al suo interno. A tal proposito l’unica ardua soluzione per far sì che Maldini potesse rimanere DT era appunto quello di tenere ben saldo Pioli sulla panchina del Milan dandogli fiducia ma così non credo capiti più oramai.

A questo punto, esclusa per partito preso, vista la situazione attuale, la permanenza di Pioli, l’unica soluzione all’orizzonte è quella di prendere “il professore”  il che non va vista per forza come una cattiva notizia.

Ci devono però essere 2 condizioni banali;

Le uniche due condizioni che servono per fidarmi di Rangnick sono le seguenti:

1) il Signor Gazidis lo deve assecondare in tutto (mercato, staff ecc ) e non deve avere il braccino perché come dimostrato dall’acquisto di Leao l’anno scorso o di Paquetà due anni fa, i soldi ci sono ma vengono spesi male.

2) speriamo non accada ma appena perde 2 partite di seguito l’AD lo deve “proteggere” e soprattutto dimostrargli fiducia, quella fiducia che è mancata nei confronti degli allenatori del Milan che si sono susseguiti in questi ultimi anni.

Se sarà Rangnik dunque a guidare il Milan la prossima stagione in panchina gli darò piena fiducia come ho fatto con tutti gli allenatori passati, l’importante è che ci metta il cuore nel Milan, come hanno sempre fatto e faranno tutte le domeniche appena sarà possibile i tifosi del Milan allo stadio.

Sempre forza Milan, anche nei momenti bui come quelli che stiamo attraversando.

Manuel