Gazidis: "Il calcio è cambiato, non ha più i proprietari benefattori. Molti di loro hanno dovuto tirarsi indietro"

24.09.2021 12:51 di Enrico Ferrazzi Twitter:    vedi letture
Gazidis: "Il calcio è cambiato, non ha più i proprietari benefattori. Molti di loro hanno dovuto tirarsi indietro"
MilanNews.it

In estate il Milan ha perso Donnarumma a zero. Su questo tema, l'ad rossonero Ivan Gazidis ha spiegato a Sette, settimanale del Corriere della Sera: "Non voglio parlare del caso specifico, ma posso dire quello che sta succedendo. Il calcio non ha più i proprietari benefattori. È un modello che è cambiato 30 anni fa, con l’arrivo del denaro dei diritti tv: tanti soldi, nessun controllo dei costi. Questo ha continuato a crescere fino a quando non erano più 10-20-30 milioni all’anno, ma 100: molti proprietari hanno dovuto tirarsi indietro, nel calcio sono entrati Stati interi. In questo contesto chi cerca di proteggere il club è visto come il diavolo, ma non è così. È facile apparire bene ma mettere la squadra a rischio. Poi tu magari te ne vai, e la squadra resta con i problemi. Chi dice dei no viene demonizzato e questo crea una grande pressione a continuare a spendere. Ma non si può spendere per sempre. Chi dice no è solo abbastanza coraggioso da mettere la squadra davanti a sé. Perché il sistema ha cominciato a rompersi. E poi è arrivato il Covid".