Hateley a MC: "Che emozione la coreografia per me, grazie Curva. Il Milan è ancora nel mio cuore, lo seguo sempre"

02.02.2016 13:58 di Thomas Rolfi Twitter:    Vedi letture
© foto di Alberto Lingria/PhotoViews
Hateley a MC: "Che emozione la coreografia per me, grazie Curva. Il Milan è ancora nel mio cuore, lo seguo sempre"

Mark Hateley, protagonista della coreografia dell'ultimo derby, è intervenuto ai microfoni di Milan Channel. Ecco le parole dell'ex attaccante rossonero al canale tematico.

Sul weekend: "Sono molto emozionato da questo weekend, ho visto il derby, ho visto il Milan vincere, una grande coreografia per me, è stata una grande sorpresa".

Sul gol su Collovati: "Io conservo due grandi foto di quel gol sul mio muro di casa, una in bianco e nero e una a colori. Ha un grande posto quel gol nella mia carriera e lo ricordo come fosse oggi: un gran cross, ricordo lo stacco su Collovati e il volo di Zenga. E' stato uno dei gol più belli e importanti della mia vita, molto importante per me, ma soprattutto per la squadra, una grande gioia per tutti noi e specialmente per i tifosi".

Sul derby che non veniva vinto da un po': "San Siro è un grande stadio, il derby mancava molto, per i tifosi vincere il derby significa essere la prima squadra della città, so quanto fosse importante per la squadra vincere in particolare quella partita. Milan e Inter sono due grandi rivali e il derby è una grande partita. Attraverso quel derby il Milan tornava competitivo".

Sulla coreografia: "Meravigliosa. Ho commentato il derby per BeIn sport, stavo parlando e quando ho visto la coreografia tutto lo studio al lavoro si è rivolto verso di me. E' stato bello, grazie Curva".

Sulla propria città natale: "La mia città si chiama Derby, nel centro dell'Inghilterra, sono nato per giocare i derby!".

Sul rapporto con il Milan: "Il Milan ha un grande posto in me, è sempre stato fantastico con me, c'era Fabio Capello molto giovane, sono rimasto in contatto. Tifosi e compagni di squadra sono stati sempre fantastici con me. Ho un ricordo splendido, i miei tre anni al Milan sono stati molto molto belli. Io ringrazio ancora oggi il Milan, è ancora un grande club e lo seguo sempre".