Maldini: "Vi racconto quando mia moglie pensò che avessi affittato la Curva"

22.05.2019 18:24 di Thomas Rolfi Twitter:    Vedi letture
Maldini: "Vi racconto quando mia moglie pensò che avessi affittato la Curva"

Paolo Maldini ha raccontato ai microfoni di DAZN della prima telefonata ricevuta da Arrigo Sacchi quando arrivò al Milan: "Era arrivato al Milan, ma non ci eravamo ancora conosciuti. Allora non c'erano i cellulari, era il 1987, e trovai questo numero nella mia bacheca. Ero in vacanza in Sardegna e richiamai questo numero ad una cabina telefonica. Rispose Sacchi e mi disse: 'Sei ad un bivio: devi scegliere se diventare playboy o calciatore'. Ho pensato 'Incominciamo bene'. Sinceramente era un po' un preconcetto nei miei confronti, però chiedo di aver poi dato qualcosina alla causa. Se l'ho mai raccontato a mia moglie? Sì, ma non la conoscevo ancora. La prima volta che la invitai a San Siro era Milan-Avellino, pensò che le avessi affittato tutta la Curva. Lei si chiama Fossa di cognome e lesse sullo striscione in Curva 'Fossa dei Leoni' e pensò che fosse in suo onore. In quella partita feci anche gol. Lei pensò di aver conosciuto un bomber, invece fu l'unico gol della stagione (ride, ndr)".