Paquetá: “Giampaolo è un maestro. Kakà è il mio idolo. Il Milan deve puntare al primo posto”

15.08.2019 13:32 di Daniel Speranza   Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Paquetá: “Giampaolo è un maestro. Kakà è il mio idolo. Il Milan deve puntare al primo posto”

Lucas Paquetá, centrocampista brasiliano del Milan ha rilasciato una lunga intervista a ‘Sky Sport’, qui tutte le domande con le relative risposte del talento ex Flamengo:

Sul Milan: "Tutti i giocatori passati per il Milan sono stati grandi lavoratori. Spero di fare un po' del loro lavoro per diventare un vincente con questa maglia. Il Milan è un grande club, conosciuto in tutto il Mondo. In Brasile è un punto di riferimento. Chi gioca al Milan è un campione. È una squadra che ha vinto sette Champions League".

Su Gattuso: "È stata una persona che mi ha insegnato molto. È ed è stato un giocatore di grande conquiste. Come allenatore mi ha aiutato molto ad adattarmi, è una persona che mi ha insegnato molte cose".

Su Giampaolo: “Giampaolo per me è un professore. Ha nuove idee ed è preciso nel trasmetterle. Ha modificato il modo di giocare nel modo e nella forma, sia in attacco che in difesa. È attento a tutto e questo ci permette di giocare bene".

Sulla rosa attuale: “Ad oggi la squadra ha grandi giocatori e ha conquistato grandi risultati. Meritiamo la Champions League, dobbiamo tornare a vincerla giocando bene a calcio. Dobbiamo puntare in alto, non dobbiamo accontentarci del quarto o del secondo posto. Il nostro obiettivo deve essere il primo posto".

Su San Siro: "Giocare a San Siro è un'emozione enorme. Quando vedevo giocare Kakà pensavo a quanto fosse bello. Quando vedevo i giocatori lì dentro, mi immaginavo anche io lì. Era sempre una grande emozione. Giocare lì è incredibile, spero di entrare a San Siro ancora tante altre volte".

Sul suo idolo: "Kakà è il mio idolo, è stato il mio idolo".

Su come sta andando con la lingua italiana: "Con l'italiano ho ancora qualche difficoltà, anche se ora lo capisco. Sto continuando a studiare la lingua, per parlarla e capirla meglio". Il brasiliano ha poi provato a dire qualche parola in italiano: "Un saluto a tutti i tifosi del Milan, prometto una bella stagione".