Florentino Perez: "Facciamo questo per salvare il calcio. Non sarà un campionato chiuso"

20.04.2021 00:22 di Nicholas Reitano  Twitter:    Vedi letture
Florentino Perez: "Facciamo questo per salvare il calcio. Non sarà un campionato chiuso"
MilanNews.it
© foto di Imago/Image Sport

Ospite in esclusiva de El Chiringuito TV, il presidente del Real Madrid e della Super League, Florentino Perez, ha illustrato quali siano gli obiettivi della nuova competizione:

Sulla situazione economica: "Le big di Inghilterra, Spagna e Italia devono trovare una soluzione alla brutta realtà che sta vivendo il calcio. L'ECA stima quasi 5 miliardi di perdite del calcio, la pandemia ha amplificato tutto. Calcolate che solo noi (il Real Madrid) abbiamo perso 400 milioni. I problemi sono quando non ci sono entrate. La soluzione è fare partite più interessanti e intrattenenti. Siamo arrivati alla soluzione che se invece di far la Champions League facciamo una Superlega, saremmo capaci di recuperare le entrate che abbiamo perso negli ultimi anni".

Sull'evoluzione del calcio: "Faccio parte di questo mondo dal 2000, sono un esperto ormai (sorride, ndr). Il calcio deve evolversi, come tutti noi, i social hanno cambiato il mondo e il calcio si deve adattare. Cosa succederà? Il calcio sta perdendo interesse, soprattutto tra i giovani, i diritti tv stanno diminuendo, bisognava fare qualcosa, con la pandemia andava fatto con urgenza. il calcio è l'unico sport globale, queste 12 squadre hanno tifosi in tutto il mondo, la televisione è la maniera per adattarsi a questo mondo. I giovani non hanno troppo interesse nel calcio perché ci sono troppe partite di scarsa qualità, hanno altre piattaforme dove distrarsi. Un gruppo di club di qualche Paese ha capito che bisogna rendere più attrattivo questo sport a livello mondiale".

Sulla Super League: "Invece di fare la Champions League che sta perdendo di interesse, come è sempre accaduto nella storia, per esempio UEFA e FIFA si erano opposte alla nascita della Coppa Campioni. La cosa attrattiva è che le grandi giochino tra di loro. Io non sono padrone del Real, il Real è dei soci, io sono qui per salvare il calcio. Un Real Madrid-Manchester o un Barça-Milan sono più attrattivi di sfide con squadre modeste che partecipano alla Champions".