Il Milan vola ai sedicesimi e conferma il periodo d’oro. Preoccupa solo Kjaer

04.12.2020 08:00 di Antonio Vitiello Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Il Milan vola ai sedicesimi e conferma il periodo d’oro. Preoccupa solo Kjaer

I sedicesimi di finale di Europa League sono in tasca. Il Milan con un turno di anticipo conquista il pass per il turno successivo grazie alla vittoria contro il Celtic e la contemporanea sconfitta dello Sparta con il Lille, e la settimana prossima si deciderà solo il primo posto del girone H. Grande felicità in casa rossonera, perché il momento d’oro prosegue senza sosta. “Anche andando sotto si deve continuare a giocare di squadra, oggi siamo stati bravi. Siamo una squadra giovane, sotto di 2 gol e senza Kjaer, siamo riusciti a rimontare, siamo stati squadra", ha parlato Stefano Pioli alla fine della gara. “Esserci qualificati con una gara di anticipo, rifiatare un attimo con un calendario simile può darci una mano". La vittoria in rimonta per 4-2 è stata l’ennesima prova di forza del Milan che dopo due ceffoni si è ripreso benissimo e ha condotto la gara.

Eppure c’è un pizzico d’amarezza per l’infortunio muscolare di Simon Kjaer, la roccia della difesa milanista. Uscito ieri dopo 11 minuto si sottoporrà oggi a controllo medico per capre l’entità del danno alla coscia destra. Il Milan spera di perderlo solo per qualche giorno, anche perché domenica c’è la sfida contro la Samp e mancheranno anche Leao e Ibrahimovic: “E' un giocatore importante anche quando non gioca, come ha detto Bonera è un capogruppo, ha fatto crescere questa squadra, gli ha dato ancora più competitività. Speriamo possa rientrare presto, non credo possa rientrare domenica, è un problema muscolare e bisogna stare attenti. Meglio attendere una partita e stare bene piuttosto che rischiare. Aspettiamo di capire le sue condizioni e quelle di Leao, abbiamo tante soluzioni, oggi hanno segnato Hauge, Diaz, Castillejo... Sono segnali importanti", ha confessato Pioli.