Le grandi trattative del Milan - 2013, il blitz di Bianchessi per strappare Donnarumma all'Inter

06.04.2020 17:45 di Enrico Ferrazzi Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttomercatoweb.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Le grandi trattative del Milan - 2013, il blitz di Bianchessi per strappare Donnarumma all'Inter

Le trattative di mercato più dure, a volte, sono quelle che si svolgono per i migliori giovani. È lì, nel sottobosco delle trattative mediatiche, che arrivano i colpi più duri. Ed è la storia di Gigio Donnarumma a raccontarci tutto questo. Il Milan aveva messo sotto osservazione il piccolo Gianluigi, che giocava nel Club Napoli di Castellammare di Stabia, ma l’Inter si mosse prima facendogli fare anche qualche torneo estivo, in attesa di poter effettuare il tesseramento che, per i trasferimenti fuori regione, sono possibili solo dai 14 anni in su. E i nerazzurri erano pronti a farlo nel 2013, tanto è vero che erano stati raggiunti gli accordi di massima con la famiglia e stava per essere depositata l’iscrizione all’istituto convenzionato con il club interista.

Ma al Centro Sportivo Vismara, sede del quartier generale del settore giovanile del Milan, Mauro Bianchessi non si voleva arrendere al fatto di poter perdere quel talento così cristallino, che Gigi Romano – apprezzato preparatore dei portieri del vivaio milanista – gli aveva segnalato con una relazione che terminava così: “Da prende a tutti i costi”. Siamo nella primavera del 2014, e qualcosa tra l’Inter, la famiglia e Mino Raiola – che già cura i suoi interessi in combinata col fratello maggiore Antonio – si inceppa. Bianchessi lo viene a sapere e tempesta Adriano Galliani di telefonate per farsi dare il benestare all’operazione. Arriva il semaforo verde con una grande raccomandazione: “Vada, mi tenga informato e torni con il giocatore”.

Bianchessi, nel silenzio più totale, si reca a Castellammare di Stabia a casa Donnarumma, insieme a Mino ed Enzo Raiola. Qui parte un lungo summit che sfocia nel “sì” di tutte le parti prese in causa. Il responsabile dello scouting under 14 del Milan si era presentato con una maglia del Milan personalizzata per Gigio che disse di voler andare solo al Milan. L’accordo di massima con l’Inter andò in fumo con non pochi momenti di tensione tra Samaden e la famiglia Donnarumma, tanto è vero che tutta la famiglia Donnarumma si recò in via Turati per firmare, con il cartellino che costò appena 75.000 euro.