Leao-show, è il primo portoghese rossonero a segnare in Coppa Italia dal 2006

14.01.2022 20:31 di Antonello Gioia  Twitter:    vedi letture
Fonte: Giovanni Picchi
Leao-show, è il primo portoghese rossonero a segnare in Coppa Italia dal 2006
MilanNews.it
© foto di DANIELE MASCOLO

Le premesse per una serata serena c’erano tutte. I cori per Shevchenko, l’esordio in Coppa Italia del figlio e nipote d’arte Maldini, 37 anni dopo papà Paolo, peraltro con lo stesso avversario, il Genoa, ed una sfida contro una squadra in palese difficoltà: tutto sembrava potesse andare per il meglio. Ma le partite non si vincono senza scendere in campo, ed il Genoa dopo 17 minuti ha fatto 0-1, approfittando di una colossale dormita rossonera in area. A completare l’incubo ci ha pensato il povero Tomori, che, appena rientrato dopo il Covid, si è accasciato a terra chiedendo il cambio: lesione al menisco mediale del ginocchio sinistro, starà fuori almeno un mese. Luci spente a San Siro. Lo 0-1 ha retto fino all’intervallo e per buona parte della ripresa. L’inizio molle dei rossoneri ha lasciato spazio ad un improvvisato arrembaggio alla cerca del pari, con tutto il Genoa in trincea a difendere il vantaggio di uno straordinario Ostigard. A mezz’ora dal termine, Pioli ha finalmente aggiunto idee al suo Milan: dentro Bakayoko, Brahim e Leao. A scatenare l’Inferno ci ha pensato il ragazzino di Almada con la 17 sulla schiena e tanta birra in corpo: la sua presentazione è stata uno scatto poderoso sulla fascia destra, che ha costretto all’ammonizione un impotente Hefti, perfetto fin a quel momento. Un Milan ringalluzzito dagli innesti dalla panchina ha portato la partita ai supplementari, con la zuccata vincente di Giroud. E nell’extra time, proprio Rafa Leao prima si è fatto parare da Semper una conclusione, poi con un cross sgangherato di sinistro ha beffato il portiere rossoblù, con la palla che ha dato un bacino al palo interno e si è piano piano accasciata in rete. Sorriso a 32 denti, stretta di mano con Brahim Diaz e 2-1 per il Milan. Un gol fortunoso, nella stessa porta che aveva risputato indietro la sua clamorosa rovesciata contro l’Atletico Madrid, ma assolutamente meritato: dopo tanti tentativi, alla fine in un modo o nell’altro la palla entra. Un gol anche storico quello firmato dall’ex Lille e Sporting: l’ultimo portoghese a segnare in Coppa Italia con la maglia del Milan era stato Rui Costa nel 2006. Sono riferimenti importanti, ma chiamate dalle prestazioni superlative di Rafa. E in tanto la Curva canta: “Leao Meravigliao!”.

di Giovanni Picchi