Allegri: "Domani importante come il derby, c'è tempo per una punta a gennaio" e "bacchetta" Dinho

19.11.2010 15:05 di Federico Gambaro   vedi letture
Allegri: "Domani importante come il derby, c'è tempo per una punta a gennaio" e "bacchetta" Dinho
MilanNews.it
© foto di Alberto Fornasari

- Chiusura su Ibra: "Sono fortunato ad avere tutti questi grandi campioni, non solo Ibra, certo Zlatan è importante, ha carattere, voglia di vincere e sicuramente questo aiuta la squadra e i compagni".

- Sulla formazione: "Credo sia difficile in questo momento pensare che tutti e tre gli attaccanti possano partire insieme, perchè non avrei poi le sostituzioni".

- Sulla "serata" di Dinho: "Sì non sarebbero orari compatibili per un atleta, però penso possa capitare che si prolunghi una cena".

- Su Pirlo: "Andrea è un giocatore fondamentale, abbiamo fatto punti anche prima di Bari. Pirlo è importante per il gioco del Milan, dopo 16 partite aveva bisogno di riposo, poi c'è stata anche la botta, ma domani dovrebbe ripartire dal primo minuto".

- Sulla voglia di scudetto: "C'è voglia di scudetto, di Champions e anche della Coppa Italia. Se continueremo a lavorare così , se avremo tutti a disposizione e ci sarà positività, possiamo tentare di vincere su ogni fronte".

- Ancora sull'infortunio di Pato: "Ha subito un infortunio come può capitare ad altri, è un capitale del Milan ed è normale che la società faccia di tutto per seguirlo al meglio anche e soprattutto dal punto di vista medico, quì è comunque monitorato molto bene e tornerà senza problemi".

- Sul contratto di Dinho: "Credo che sia un anno importante per tutti e che tutti siano in gioco, per avere un contratto e rimanere al Milan dobbiamo dimostrare di meritarcelo. Noi dobbiamo giocare e fare del nostro meglio, credo sia presto per parlare di contratti perchè creerebbe delle turbative nel gruppo".

- Sugli infortuni e il mercato: "Pato tornerà a disposizione dopo Natale, su Pippo sono ancora da valutare i tempi di recupero, siamo così ancora in tempo eventualmente per pensare ad un attaccante per gennaio".

- Sulla preparazione della gara con i Viola: "Non abbiamo fatto un lavoro specifico, ieri abbiamo curato la fase difensiva, loro hanno dei buoni contropiedisti, giocatori di gamba, dovremo stare attenti, pochi errori e tanta pazienza".

- Sulle frasi di complimento di Seedorf: "Clarence è una persona molto intelligente...la cosa che ho imparato più in fretta è stato conoscerlo (ride)".

- Sull'attacco: "In attacco sono tre ed è probabile che in questo momento chiederò a Dinho di sacrificarsi per giocare da punta o da seconda punta".

- Sui Nazionali tornati dalle gare di metà settimana: "Hanno giocato Thiago, Binho, Dinho, Andrea ha solo fatto il secondo tempo, ma aveva riposato da noi, solo Boateng rientra oggi e sarà un po' più stanco degli altri. Dopo l'allenamento odierno deciderò anche dal punto di vista tecnico".

- Sul futuro immediato del Milan: "Lo vedo bene, mi dispiace che davanti adesso ne ho solo tre a disposizione, mi preoccupa di non avere dei cambi lì, solo questo".

- Sulle sensazioni personali e del gruppo: "Mi fanno piacere i complimenti ma siamo solo all'inizio, poi in campo ci vanno i giocatori sono loro che vincono le partite. Io faccio delle scelte nel bene del Milan, ma la cosa che voglio sottolineare è che tutti i 24 giocatori sono disponibili e pronti a dare il loro contributo. La rosa in generale ha trovato un equilibrio, il valore del gruppo è fondamentale".

- Sul valore di ogni gara visto dalla squadra: "Sarà una gara difficile, da affrontare nel migliore dei modi, la squadra è matura per capirne l'importanza, per capire il valore di queste partite che ci portano a Natale, non dovremo essere presuntuosi e non lo siamo, ci vuole rispetto per tutti perchè il campionato italiano è difficile, domani dovrà essere importante come il derby".

- Si parte parlando dell'importanza di domani: "La Fiorentina a Roma ha fatto bene soprattutto in difesa, sarà una gara difficile, loro sicuramente saranno stimolati, noi veniamo dal derby e dalle Nazionali, ci siamo radunati tutti ieri anche se quì abbiamo lavorato bene, dovremo trovare la concentrazione giusta anche perchè martedì ci sarà un'altra gara importante per il passaggio in Champions. Affrontare le partite una alla volta è la tattica migliore".

- Tra poco, in diretta su "Milan Channel", seguiremo la conferenza stampa da Milanello del mister rossonero alla vigilia della gara interna contro la Fiorentina.