Bakayoko libera Locatelli, ma i numeri dellla mediana non tornano. Che il francese non sia l'unico acquisto?

09.08.2018 15:00 di Matteo Calcagni Twitter:   articolo letto 119898 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Bakayoko libera Locatelli, ma i numeri dellla mediana non tornano. Che il francese non sia l'unico acquisto?

L'avanzata, decisa e netta, per Tiemoué Bakayoko ha riaperto le porte ad una trattativa che era stata impostata ed intavolata dalla precedente gestione, ovvero il trasferimento di Manuel Locatelli al Sassuolo. Eppure, considerando che Montolivo è fuori dai piani tecnici di Gattuso, il numero dei centrocampisti non sembrerebbe poi così corposo. Oltre a Kessie, Biglia e Bonaventura, ci sarebbe i soli Bakayoko ed Andrea Bertolacci, la cui posizione è ancora da chiarire completamente.

I NUMERI NON TORNANO - Pensare che i sopracitati possano reggere un'intera stagione in un centrocampo a tre è alquanto utopico, considerando che Biglia difficilmente giocherà sessanta partite e che Bonaventura, ad oggi, rappresenta (anche) la prima alternativa a Calhanoglu nel ruolo di esterno offensivo. Bakayoko può sostituire tutti i giocatori della mediana, ma in una stagione con tre competizioni i ranghi sarebbero fin troppo esigui. Tutto questo può avere una (o più) spiegazioni: la prima è che Bakayoko non sia l'unico acquisto a centrocampo, la seconda è che il Milan stia pensando di cambiare modulo, con l'arrivo di un altro giocatore per il reparto offensivo.

CAMBIO MODULO E NUOVO ACQUISTO? - Qualora il Milan passasse al 4-2-3-1, il numero dei centrocampisti da misero diventerebbe congruo: Kessie, Biglia, Bakayoko e Bertolacci per due ruoli, con Bonaventura che potrebbe essere schierato in una di quelle posizioni o come cambio del fantasista turco sulla mancina. L'ex Bayer Leverkusen potrebbe anche essere schierato alle spalle del centravanti, sebbene la coperta delle mezze punte diventerebbe particolarmente corta. In caso di 4-2-3-1 servirebbe irrimediabilmente un altro uomo d'attacco che possa fare raccordo tra il centrocampo e Higuain o Cutrone. Se invece si restasse sul 4-3-3, il Milan avrebbe bisogno di un altro giocatore, possibilmente un'alternativa a Lucas Biglia o una mezz'ala di qualità che vada ad accrescere e migliorare la fase di impostazione.