Bennacer-Calhanoglu, lavoro e partite per tornare al top: il Milan rivelazione è nato sul loro asse

16.02.2021 12:01 di Salvatore Trovato   vedi letture
Bennacer-Calhanoglu, lavoro e partite per tornare al top: il Milan rivelazione è nato sul loro asse
MilanNews.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Dopo il recupero, il ritmo partita. È il secondo step per chi rientra da un lungo infortunio o ha smaltito da poco il Covid. Chiedere a Bennacer e Calhanoglu, due pilastri della squadra di Pioli ma tra i più deludenti nella gara di campionato contro lo Spezia. Come evidenzia La Gazzetta dello Sport, nel momento in cui l’allenatore, dopo due mesi, è riuscito a riconnettere l’algerino e il turco, si è spento il Milan.

DETERMINANTI - Paradossale? No, semplicemente fisiologico. Perché nessuno dei due ha recuperato la condizione dopo lo stop forzato. Ma il tecnico ha bisogno di farli giocare per riaverli presto al top della forma. Bennacer e Calhanoglu sono troppo importanti per Pioli, il Milan rivelazione - osserva la rosea - è nato sul loro asse: la verticalità di Ismael che innesca la rifinitura e le conclusioni del numero dieci.

CENTROCAMPO - Con loro, altre due pedine fondamentali: Saelemaekers, che ha dato alla squadra un equilibrio prezioso, e Kessie, le cui caratteristiche - fisiche e tecniche - sono uniche nella rosa milanista.  Quando l’ivoriano ha rallentato, ha frenato tutto il Milan. Insomma, Franck non è meno decisivo di Ibra. Ed è proprio a centrocampo che il Milan si gioca derby e finale di campionato: l’obiettivo è ritrovare brillantezza.