ESCLUSIVA MN - Hubner: "Leo rischia? Sbagliato, un ds deve avere tempo. Ha preso Piatek e Paquetà"

15.05.2019 16:30 di Enrico Ferrazzi Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
ESCLUSIVA MN - Hubner: "Leo rischia? Sbagliato, un ds deve avere tempo. Ha preso Piatek e Paquetà"

Per commentare il momento del Milan, la redazione di Milannews.it ha intervistato in esclusiva Dario Hubner. Con l'ex attaccante abbiamo parlato della corsa Champions, del lavoro di Gattuso e Leonardo, del riscatto di Bakayoko e del possibile ritorno in rossonero di André Silva. Ecco le sue parole: 

Sig. Hubner, secondo lei quante chance ha il Milan di chiudere il campionato al quarto posto?
"Credo poche perchè l'Atalanta sta andando forte e l'Inter mi sembra irraggiungibile. E' molto dura, a mio avviso ci sono poche possibilità per il Milan di andare in Champions. Atalanta-Juventus? La Juventus non vorrà fare brutta figura visto che deve festeggiare lo Scudetto. Se i bianconeri giocassero al 100% vincerebbero sicuramente, il problema è che la squadra di Allegri ha tirato i remi in barca".

Si parla tanto del futuro di Rino Gattuso, che a fine stagione potrebbe lasciare la panchina rossonera. Lei lo confermerebbe?
"Per i giocatori che ha in rosa il Milan, secondo me Gattuso ha fatto di più di quello che chiunque altro sarebbe riuscito a fare. Per me il Milan non è una squadra da Champions. Solo grazie alla voglia e alla grinta trasmessa da Rino, la formazione milanista ha fatto 7-8 punti in più che le hanno permesso di lottare fino alla fine per il quarto posto. Senza Gattuso, il Milan non avrebbe lottato per la Champions".

Anche Leonardo è finito sotto esame nelle ultime settimane. Come giudica il suo lavoro?
"Ha comprato buoni giocatori come Paquetà e Piatek. Alla fine poi quello che contano sono i risultati, ma secondo me un direttore sportivo ha bisogno di tempo per lavorare, non possono bastare pochi mesi. E' arrivato a fine luglio, non si può pretendere che faccia subito tutto bene".

Secondo lei il Milan deve riscattare Bakayoko?
"All'inizio ha fatto molto fatica perchè il campionato inglese è completamente diverso da quello italiano. Poi Gattuso ha iniziato ad impiegarlo con continuità, lui si è messo a disposizione e ha fatto benissimo. Non so cosa sia successo tra il francese e il mister, sono cose che devono risolvere loro, ma sono convinto comunque che Bakayoko sia un ottimo centrocampista".

Il Siviglia non riscatterà André Silva, che quindi tornerà al Milan a fine stagione. Per lei i rossoneri dovrebbero puntare su di lui per il prossimo anno o dovrebbero rimetterlo subito sul mercato?
"Quando è andato via mi era dispiaciuto molto perchè secondo me è un ragazzo che ha i colpi. Come tutti i giovani anche lui ha però bisogno di continuità. Anche Cutrone, a settembre  doveva essere il centravanti titolare dell'Italia ai prossimi Europei, mentre negli ultimi 4-5 mesi ha giocato pochissimo e non si è parlato quasi più di lui. Non è che uno prima è un fenomeno e poi diventa un brocco. I giovani devono avere il tempo di crescere e sbagliare".