Gazzetta - Milan, Gattuso è il tecnico meno pagato della Serie A ma da quando c’è lui i rossoneri sono da Champions

 di Enrico Ferrazzi Twitter:   articolo letto 21959 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Gazzetta - Milan, Gattuso è il tecnico meno pagato della Serie A ma da quando c’è lui i rossoneri sono da Champions

Nonostante la promozione in prima squadra dopo l’esonero di Montella a fine novembre, Rino Gattuo ha mantenuto lo stesso contratto che aveva firmato da allenatore della Primavera milanista: 120 mila euro a stagione, che fanno di Ringhio il tecnico meno pagato della Serie A. Lo riferisce questa mattina La Gazzetta dello Sport che spiega che, da quando siede sulla panchina rossonera, il Milan ha messo insieme 18 punti (come l’Atalanta) in dieci giornate e solo Juventus, Napoli e Udinese hanno fatto meglio del Diavolo.

IL SOLITO RINO - Negli ultimi giorni, si sta parlando parecchio del rinnovo di contratto di Gattuso, che scade nel 2019, ma ovviamente tutto dipende dai risultati futuri: se le cose dovessero andare bene, oltre al prolungamento, Rino otterrebbe anche la conferma sulla panchina milanista per la prossima stagione. Nonostante il passaggio dalla Primavera alla prima squadra, Ringhio non è cambiato, è sempre molto disponibile ma anche parecchio esigente, proprio come lo era da giocatore e da allenatore dei giovani rossoneri.

MIGLIORAMENTI - Da quando ha sostituito Montella, Gattuso ha certamente portato diversi miglioramenti che sono piuttosto evidenti: maggiore lavoro in allenamento, grande attenzione difensiva e scelte decise, vale a dire tante certezze e poco turnover. Anche l’atmosfera a Milanello è nettamente migliorata, così come l’umore dei tifosi e dei dirigenti del club di via Aldo Rossi, i quali vedono una squadra che vince e immaginano Rino come allenatore del futuro.