LIVE MN - Berlusconi: "Ringrazio Mihajlovic ma il Milan deve fare di più". Brocchi ha provato già oggi il 4-3-1-2, i dettagli del suo contratto

12.04.2016 21:14 di Antonio Vitiello Twitter:   articolo letto 294851 volte
Fonte: Da Milanello: Pietro Mazzara. In redazione: Vitiello-Ferrazzi-Calcagni-Rolfi
© foto di Stefano Porta/PhotoViews
LIVE MN - Berlusconi: "Ringrazio Mihajlovic ma il Milan deve fare di più". Brocchi ha provato già oggi il 4-3-1-2, i dettagli del suo contratto

21.13 - Questo il messaggio del patron del Milan, Silvio Berlusconi, sul suo profilo Facebook: "Ringrazio Sinisa Mihajlovic per il lavoro svolto, con il massimo impegno. Il Milan però può e deve fare di più. Dobbiamo concludere la stagione nel migliore dei modi, provare a vincere la Coppa Italia, e naturalmente rientrare in Europa. Brocchi è una scelta per preparare il futuro, un futuro nel quale il Milan deve tornare al gioco e a risultati all'altezza della sua storia. A fine stagione trarremo le somme e opereremo tutte le scelte necessarie a questo fine".

20.50 - Presente negli studi di Premium Sport, Arrigo Sacchi ha parlato dell'arrivo di Cristian Brocchi sulla panchina del Milan. "La gara contro la Juventus è stata la migliore disputata dal Milan di Mihajlovic, almeno sotto il profilo dell'impegno. Anzi, per 60' forse i rossoneri sono stati superiori. Berlusconi ha una idea legata a Brocchi dall'anno scorso, Galliani ha sempre cercato di frenarlo. Adesso ci sono sei gare di campionato più la finale di Coppa Italia per dimostrare il proprio valore in un momento di difficoltà. Se Brocchi riuscirà a gestire questa situazione, avrà un grande vantaggio per restare sulla panchina milanista". Intanto, l'emittente ha svelato un retroscena legato a Brocchi. Berlusconi sarebbe stato pronto a offrire un biennale al nuovo tecnico, Galliani ha invece frenato tutto spingendo poi per un contratto bimestrale con possibilità di rinnovo. 

20.42 - Secondo quanto riferisce SkySport24, questa sera non ci sarà nessuna cena tra Adriano Galliani e Sinisa Mihalovic: il serbo cenerà  infatti con alcuni amici e poi tornerà a Roma in treno. L'ormai ex tecnico milanista, che oggi è rimasto tutto il giorno in un hotel milanese, potrebbe quindi lasciare Milano senza vedere l'ad rossonero.

20.00 - La redazione di Milannews.it ha contattato in esclusiva Davide Lippi, agente di Cristian Brocchi che da oggi è il nuovo allenatore del Milan. Ecco le sue parole: “Sono molto contento per Cristian, sarà una grande avventura per lui. Quando arriva la chiamata del Milan e di Berlusconi non si può dire di no. È un’esperienza importante per Cristian all’inizio della sua carriera, è una grande opportunità e se la giocherà fino alle fine, dando tutto e mettendo tutto quello che ha. Se è un rischio? Non voglio commentare questa dichiarazione, ne parlerà domani Cristian in conferenza stampa. È un avventura, è tesserato per il Milan, era in Primavera e è stato chiamato per sostituire il tecnico della prima squadra. È il suo lavoro, ci sono pro e contro, lo sappiamo bene anche noi, ma lui è molto contento ed entusiasta. Ha i piedi per terra, sa che c’è molto da fare, sarà dura, ma questo non lo spaventa”.

19.56 - Pochi istanti fa, Cristian Brocchi ha lasciato il Centro sportivo di Milanello.

19.44 - Delio Rossi, ex allenatore di Brocchi alla Lazio, è intervenuto a Milan Channel e ha parlato così del nuovo tecnico rossonero: “L’ho avuto da calciatore alla Lazio, è sempre stato un ragazzo molto professionale. Ora ha avuto questa grande opportunità, conosce l’ambiente e lo spogliatoio rossonero. Non è facile passare da essere giocatore ad allenatore, da tecnico non devi pensare più a te stesso. Sono convinto che farà bene, è un ragazzo intelligente. Un consiglio a Cristian? Lui è stato scelto dalla società e quindi se è lì è perché lo ritiene all’altezza. Io gli consiglio di essere sé stesso e portare avanti le sue idee. Deve entrare in punta dei piedi, dare tranquillità ai ragazzi, senza stravolgere tutto. Per il modo in cui si comportava nello spogliatoio, ero convinto che Cristian avrebbe fatto l’allenatore. Non so se otterrà subito dei risultati, ma credo che per fare bene sarà fondamentale che venga supportato dalla società che lo ha scelto”. 

19.26 - Secondo quanto riferisce SkySport24, nella giornata di oggi il contratto di Cristian Brocchi è stato ritoccato dal punto di vista economico: la scadenza è rimasta sempre la stessa (30 giugno 2016), mentre c’è stato un leggero aumento dell’ingaggio. Nelle ultime ore, è stato poi trovato un accordo anche per i tutti i componenti dello staff dell’ormai ex tecnico della Primavera milanista.

19.16 - Silvio Berlusconi, secondo quanto riporta Peppe Di Stefano a SkySport24, potrebbe essere presente domani alla presentazione di Cristian Brocchi, durante la quale potrà spiegare in conferenza stampa i motivi della sua scelta. Inizialmente la presenza del presidente rossonero non era prevista, ma nelle ultime ore ci sarebbe stato un cambio di programma.

19.11 - Christian Vieri, grande amico di Cristian Brocchi, ha voluto fare il suo in bocca al lupo su Instagram al nuovo allenatore del Milan: “In bocca al lupo amico mio. sono con te. New Milan coach”.

19.07 - Secondo quanto appreso da Milannews.it, oltre a chiedere ritmi molto alti anche in allenamento, Cristian Brocchi ha già provato oggi durante il suo primo allenamento il 4-3-1-2 con Giacomo Bonaventura nel ruolo di trequartista.

18.48 - Sono ore calde in casa Milan. Dopo aver ufficializzato l'esonero di Sinisa Mihajlovic e l'arrivo in panchina di Cristian Brocchi, questo pomeriggio è stato anche definito il contratto del nuovo allenatore. Fino a pochi minuti fa, infatti, l'agente Davide Lippi era a Milanello per sistemare con Adriano Galliani l'accordo sia dal punto di vista economico che della durata. In questi giorni, all'interno della società rossonera, c'erano due volontà. Quella di Silvio Berlusconidi cambiare immediatamente rotta, liberandosi di Mihajlovic e promuovendo in prima squadra Brocchi con un contratto con durata di 2 mesi più 1 anno. E quella di Adriano Galliani, che voleva confermare Sinisa o eventualmente affidarsi ad un allenatore più esperto. Il punto d'incontro è stato trovato durante la cena di ieri sera ad Arcore, dove si è deciso di far firmare a Brocchi un contratto di soli 2 mesi per poi valutare il suo operato e decidere di conseguenza l'allenatore dell'anno prossimo. E questo pomeriggio è ufficialmente iniziata la nuova avventura in prima squadra per Cristian Brocchi, che in questo finale di stagione si giocherà il suo futuro rossonero. (gianlucadimarzio.com)

18.40 - Filippo Galli, responsabile del settore giovanile del Milan, ha rilasciato queste parole su Cristian Brocchi ai microfoni di Premium: “Brocchi l’ho sentito ieri sera, non ricordo bene a che ora: mi ha detto di non dire niente a nessuno fino a stamattina, anche se subito dopo ha cominciato a diffondersi un po’ dappertutto la notizia. Per lui è una sensazione nuova, ma al telefono mi ha trasmesso di essere carico, pronto e anche consapevole della responsabilità cui va incontro. Christian stava facendo un buonissimo lavoro col settore giovanile, eravamo molto contenti: è quello che ha trasmesso maggiormente ai ragazzi la nostra metodologia di lavoro. Con la prima squadra è tutto diverso: c’è poco tempo ed è consapevole di questo e delle difficoltà che ci sono, ma quando arriva una chiamata del genere non si può dire di no. Nelle sue idee c’è quella di voler fare la partita e, credo, di passare a un sistema di gioco differente, che prevede il trequartista: un 4-3-1-2. Il presidente è stato chiaro: vuole puntare sui giovani e su un Milan italiano. La scelta è ricaduta su Christian, che conosce i nostri giovani: valuterà lui quali corrisponderanno alla sua idea di calcio. Al suo posto in Primavera ci sarà Stefano Nava”.

18.31 - Intervenuto a Sportitalia per parlare di Milan Giancarlo Capelli, noto rappresentante della Curva Sud Milano e meglio conosciuto come il Barone, ha commentato così la possibilità per Antonio Conte di portare Gigio Donnarumma agli Europei post infortunio a Perin, soffermandosi anche sulle vicende societarie rossonere e formulando una proposta particolare: "Da tifoso milanista ed italiano spero Donnarumma vada agli Europei: va dato atto a Mihajlovic di averlo scoperto, ma il Milan attualmente non ha un programma. Farei una proposta personale: amministratore delegato Barbara Berlusconi, direttore sportivo Paolo Maldini. Brocchi? E' un serio professionista, bisogna fargli l'in bocca al lupo perchè è entrato in una situazione un po' particolare. Il tifoso in questo momento è molto arrabbiato, un fulmine a ciel sereno così non se l'aspettava nessuno".

18.07 - Anche Adriano Galliani e Rocco Maiorino hanno lasciato Milanello: l'ad della parte sportiva del Milan non ha rilasciato nessuna dichiarazione ai giornalisti presenti all'esterno del Centro sportivo rossonero. Lo riferisce l'inviato di Milannews.it.

17.55 - Come riferisce l'inviato di Milannews.it a Milanello, Davide Lippi, agente di Cristian Brocchi, ha lasciato pochi istanti fa il Centro sportivo rossonero.

17.50 - E' terminato poco fa il primo allenamento del Milan agli ordini di Cristian Brocchi. La squadra ha cominciato la seduta con una corsa ed esercizi con ostacoli alti, bassi e paletti. Successivamente lavoro atletico di corsa a diversa intensità e a seguire esercitazione tecnica sui passaggi. A seguire, esercitazione tecnico-tattica in superiorità numerica. Sui singoli: Abate, Alex, Balotelli e Abbiati hanno effettuato un lavoro personalizzato. Luca Vido è stato aggregato alla prima squadra. (acmilan.com)

17.40 - Secondo quanto appreso da Milannews.it, salvo cambi di programma dell’ultimo minuto, Silvio Berlusconi non sarà presente nella giornata di domani nel Centro sportivo di Milanello dove alle 14 ci sarà la presentazione di Cristian Brocchi come nuovo allenatore del Milan al posto di Sinisa Mihajlovic.

17.15 - Ai microfoni di TuttoMercatoWeb.com, Fulvio Collovati, ex rossonero, commenta la scelta del patron Berlusconi di cambiare improvvisamente da Mihajlovic a Brocchi, nuovo tecnico rossonero da oggi: "Incomprensibile, una scelta che mi lascia senza parole. A sei giornate dalla fine poi... al massimo aspetti la fine della stagione e poi legittimamente cambi, ma così non capisco. Che tra i due non ci fosse grande simpatia è noto, arcinoto, ma che senso ha cambiare ora? Io credo che Berlusconi abbia voluto dare un messaggio alla squadra, che si era schierata tutta dalla parte del mister ma senza ottenere risultati". 

16.44 - Matteo Salvini, segretario della Lega Nord e noto tifoso rossonero, ha parlato ai microfoni di Radio Sportiva della situazione in casa Milan: "L'esonero di Mihajlovic? Tutto questo non è da Milan, non è nel nostro stile licenziare un allenatore via telefono. Se cambi 5 allenatori in 3 anni il problema forse è altrove, non in panchina. Da cuore rossonero faccio i miei auguri a Brocchi, spero però che non venga bruciato l'ennesimo allenatore perchè ne stiamo pagando tanti in contemporanea. Non pretendo di vincere sempre, però da tifoso voglio rispetto: non dirmi che siamo da Champions con il campo che dice altro. Sarei arrivato a fine campionato con Mihajlovic e poi avrei tirato le somme a fine campionato. Non vorrei finire alla Zamparini. Galliani? Io cerco di portare riconoscenza e ricordo tutti i grandi acquisti, però come nella vita ognuno ha i suoi tempi e penso che le ultime campagne acquisti dimostrino che Galliani non ha più i tempi, i ritmi e la lungimiranza di un tempo. Poi una squadra con due amministratori delegati non so dove possa andare. Gli ultimi anni sono frustranti, era meglio combattere per risalire dalla B con dignità piuttosto che cercare alibi di anno in anno".

16.24 - Intervenuto a TMW Radio, il giornalista Furio Fedele ha parlato così dell'ennesima rivoluzione avvenuta in casa Milan: “E' rischioso affidare la panchina a Brocchi ora, in questo momento le partite valgono 6 punti e non 3: pesa come un macigno anche la finale di Coppa Italia, che potrebbe essere pesantissima anche per il futuro. Questa squadra non poteva certo stare a livello della Juventus, come Berlusconi aveva detto alla presentazione di Mihajlovic: se non vinci e se non ottieni gli obiettivi giusto non essere confermati, certamente non era un'operazione semplice arrivare al terzo posto. Mihajlovic poteva e doveva fare di più, ma le sue colpe sono da dividere con i giocatori”. 

16.16 - Secondo quanto riporta SkySport prima dell’inizio dell’allenamento c’è stato un confronto di circa dieci minuti nello spogliatoio tra Adriano Galliani, Brocchi e tutta la squadra. Anche i giocatori sono stati messi di fronte alle proprie responsabilità, ora sono finiti gli alibi, bisogna dare una svolta. 

16.10 - E' iniziato da pochi minuti l'allenamento dei rossoneri sul campo centrale di Milanello. La squadra agli ordini di mister Brocchi ha cominciato la seduta con una corsa ed esercizi con ostacoli alti, bassi e paletti. Mexes sta lavorando con il gruppo. (acmilan.com)

15.43 - L'esonero di Sinisa Mihajlovic non trova pareri favorevoli tra i tifosi rossoneri. Allo stesso modo, molti giocatori hanno appreso con grande dispiacere la notizia e alcuni erano particolarmente tristi questa mattina all'arrivo al centro sportivo di Milanello.

15.25 - L'ex attaccante di Lazio e Inter, Tommaso Rocchi, ha parlato dell'avvicendamento fra Mihajlovic e Brocchi a Radio TMW: "Mi dispiace per Sinisa, lo conosco e lo stimo molto. Poi è chiaro che l'allenatore venga considerato per i risultati che fa. Non era facile... Con Brocchi ho giocato insieme qui a Roma, era molto portato a valutare le situazioni tattiche, si vedeva che aveva qualità".

15.15 - Luca Marchegiani, ex portiere della Lazio, ha commentato così l’esonero di Sinisa Mihajlovic: “Mi dispiace perché non capisco perchè prendere una decisione del genere in questo momento. Sicuramente Miha poteva fare di più, ma ha dovuto affrontare tante difficoltà in questi mesi. Mettere Brocchi è un’arma a doppio taglio, se le cose non dovessero andare bene cosa fai? Non vai più avanti con lui?”.

15.02 - Andrea D'Amico, noto agente, ha parlato ai microfoni di Radio 24 dell'esonero di Sinisa Mihajlovic e della promozione di Cristian Brocchi: "Prima Leonardo, poi Seedorf e poi Inzaghi. Il Milan doveva ripartire da un allenatore che aveva già esperienza"

14.52 - Anche Filippo Galli, responsabile del settore giovanile rossonero, è arrivato a Milanello, come riferisce l'inviato di MilanNews.it.

14.40 - Maurizio Zamparini, intervistato da Sky Sport 24, ha commentato con una battuta l'esonero di Sinisa Mihajlovic: "Ma per fortuna! Così parleranno una settimana dell'esonero di Mihajlovic e mi lasceranno in pace".

14.20 - Matteo Salvini, intervenuto su Facebook, ha commentato l'esonero di Sinisa Mihajlovic: "Permettetemi una divagazione calcistica di un minuto. Da Milanista, non capisco più la Società. Cambiare l'ennesimo allenatore, il quinto in tre anni, a poche giornate dalla fine del Campionato, con una finale di Coppa Italia ancora da giocare? Il problema non è in panchina. Con tutto il rispetto per Brocchi, che stimo, non ci siamo. Con eterna gratitudine al presidente Berlusconi, che ci ha fatto sognare e vincere tutto, non si può andare avanti così. Vogliamo parlare di Galliani e delle ultime campagne acquisti? BASTA, restituite ai tifosi il vero Milan!!! ".

14.14 - Alessandro Alciato ha parlato ai microfoni di Radio 24 durante il programma 'Tutti convocati': "Intanto bisogna avere una squadra che sia anche un gruppo. Secondo me c'era un lavoro in corso e ci vuole del tempo. Non mi stancherò mai di dirlo, una volta un giocatore entrava nello spogliatoio e respirava la grandezza del passato. Una volta se un nuovo alzava la cresta c'era Gattuso che la riabbassava. Sono stato bacchettato, ma era la verità: era scritto. l'unica cosa che mi sorprende sono i tempi. Non si sopportavano Mihajlovic e Berlusconi, era inevitabile. Quando iniziano a trapelare le cose tipo 'Berlusconi a una cena di partito avrebbe detto che non gradisce il gioco di Mihajlovic', io non so se le ha dette lì ma certamente le ha dette. Ma secondo voi come si sente un allenatore che per restare doveva per forza vincere la finale di Coppa Italia? Nessuno mi toglie dalla testa che se ne sarebbe andato comunque lui. Solo un marziano non sapeva che tipo di personalità aveva Mihajlovic. Una volta che lo prendi sai che tipo di allenatore è".

14.00 - Massimo Moratti ha dedicato una breve frase a Sinisa Mihajlovic, esonerato dal Milan in mattinata. "Mi dispiace, è una persona serissima ma si sa che gli allenatori hanno vita dura". L'ex presidente nerazzurro ha parlato anche di Balotelli: "Parliamo di un giocatore dalla classe infinita".

13.48 - Con la promozione di Cristian Brocchi in Prima squadra, Stefano Nava, ex allenatore degli Allievi Lega Pro Under 17 viene promosso in Primavera. I vice saranno Maldera e Pischetola. Lo riferisce Milan Channel.

13.44 - Per parlare dell'avvento di Cristian Brocchi come nuovo allenatore del Milan, la redazione di Tuttomercatoweb.com ha contattato in esclusiva l'ex compagno di squadra del tecnico rossonero ai tempi della Fiorentina Stefano Fiore: "Voglio fargli un grosso in bocca al lupo perché è un'occasione importante, fortemente voluta dalla società che osservandolo di giorno in giorno lo ha considerato perfetto per il dopo Mihajlovic. Se lo hanno ritenuto all'altezza della panchina del Milan è un'investitura di grande prestigio. E' un rischio ovviamente ma io personalmente credo che abbiano scelto bene. Cristian si è preso una bella gatta da pelare. La differenza è che avrà fin da subito tutto l'appoggio da parte della società". 

13.41 - Marco Nosotti, intervenuto a Sky Sport 24, ha commentato quanto accaduto sul fronte Milan, dall'esonero di Mihajlovic all'approdo di Brocchi sulla panchina rossonera: "E' stato un fulmine a ciel sereno, fino a lunedì mattina gli spifferi da Arcore facevano pensare si andasse avanti. La vera rottura tra Berlusconi e Mihajlovic è arrivata dopo la sconfitta in casa con il Napoli, col Milan che prende quattro gol giocando col 4-3-3, quando il 4-3-1-2 era già stato accantonato. L'amore è finito, sia per questioni tecnico-tattiche, sia perché Mihajlovic voleva una sua diversa dignità come allenatore anche nella comunicazione.

13.35 - E' in corso un pranzo a Milanello tra Adriano Galliani e Cristian Brocchi, alle 14.00 però il nuovo allenatore è atteso negli spogliatoi per iniziare questa avventura insieme alla prima squadra. 

13.26 - Secondo quanto riportato da Carlo Pellegatti a Premium Sport, non c’è stato nessun faccia a faccia fra Adriano Galliani e Sinisa Mihajlovic a Milanello. L’amministratore delegato rossonero avrebbe dovuto incontrare il tecnico prima della diffusione del comunicato da parte del club, ma fra i due c’è stata solo una telefonata.

13.25 - Con Cristian Brocchi in prima squadra, rimane vacante la panchina della squadra Primavera che, nel corso del prossimo mese, si gioca la qualificazione diretta alle final eight scudetto. Secondo quanto appreso da MilanNews.it, è Stefano Nava il candidato forte a prendere il posto di Brocchi alla guida della prima squadra del settore giovanile.

13.14 - Marco Pasotto, giornalista della Gazzetta dello Sport, è intervenuto a TMW Radio: “Berlusconi ha un debole per Brocchi, ma se decidi di fare il cambio non puoi avere un allenatore con un contratto di due mesi. Oltre al rischio di bruciarsi hai la pressione dei risultati che ti vengono chiesti con una squadra che conosci poco. Berlusconi non ha capito che non è questa la strada per rimettere in piedi il Milan. Bisogna programmare e fare ordine in società”.

13.03 - Brocchi è arrivato a Milanello da un ingresso secondario e non dal cancello principale dove era atteso da tanti giornalisti. 

13.02 - Al centro sportivo di Milanello sono appena arrivati Adriano Galliani, amministratore delegato rossonero, e Rocco Maiorino, direttore sportivo. 

12.50 - Giovanni Lodetti è intervenuto a TMW Radio e ha parlato della scelta del Milan di esonerare Sinisa Mihajlovic: "Il ciclo di Mihajlovic era finito, ma dopo la gara con la Juventus nessuno si aspettava l'esonero. Il feeling con Berlusconi non c'è mai stato. Brocchi? Ha fatto bene con i giovani, gli auguro di fare bene, ma le dinamiche della prima squadra sono diverse. I tanti allenatori? Bisognerebbe considerare la rosa che ha lacune e quindi ci sono difficoltà per tutti. Mi aspettavo un rendimento migliore dai giocatori. Gli esoneri sono sempre responsabilità anche della squadra".

12.45 - Lo staff di Brocchi ha raggiunto Milanello e sarà così composto: Lazzarini, vice allenatore, Baldo, collaboratore tecnico, Pecciarini, collaboratore tecnico video-analisi, Liegi, preparatore atletico, Lubi, collaboratore tecnico, e Alfredo Magni, preparatore dei portieri.

12.40 - Massimo Caputi, noto giornalista sportivo, ha commentato così su Twitter l’esonero di Mihajlovic e l’arrivo di Brocchi sulla panchina del Milan: “Dopo Zamparini ecco Berlusconi. Esonerare Mihajlovic è senza senso come il Milan delle ultime stagioni”.

12.22 - Brocchi e il suo staff stanno raggiungendo Milanello in auto.

12.14 - Domani ci sarà la conferenza di presentazione di Cristian Brocchi alle ore 14.

12.05 - Secondo quanto riferito da Sky Sport 24, i giocatori rossoneri hanno salutato con commozione lo staff di Mihajlovic. Soprattutto Abate, Bonaventura e Donnarumma.

11.59 - Le auto con a bordo Cristian Brocchi e il suo staff sono partite ora dal centro sportivo Vismara, arrivo previsto a Milanello tra mezz’ora circa. 

11.46 - 1,53 è la media punti di Sinisa Mihajlovic in questa Serie A: la 2a peggiore tra gli ultimi 6 tecnici del Milan. Lo riporta Opta.

11.41 - Ai microfoni di "TuttoMercatoWeb.com" Fulvio Collovati, ex rossonero, commenta la scelta del patron Berlusconi di cambiare improvvisamente da Mihajlovic a Brocchi, nuovo tecnico rossonero da oggi: "Incomprensibile, una scelta che mi lascia senza parole. A sei giornate dalla fine poi... al massimo aspetti la fine della stagione e poi legittimamente cambi, ma così non capisco. Che tra i due non ci fosse grande simpatia è noto, arcinoto, ma che senso ha cambiare ora? Io credo che Berlusconi abbia voluto dare un messaggio alla squadra, che si era schierata tutta dalla parte del mister ma senza ottenere risultati". 

11.33 - L'esonero di Sinisa Mihajlovic conferma il rapporto non propriamente idilliaco tra Silvio Berlusconi e i tecnici stranieri. Il primo fu addirittura Liedholm, poi Tabarez, esonerato dopo sole undici giornate di campionato. Non più felice l'avventura di Terim, mentre Leonardo lasciò il Milan a fine campionato tra gli applausi del pubblico rossonero. Pubblico rossonero che avrebbe voluto trattenere Clarence Seedorf, anch'egli scaricato da Berlusconi. E ultimo della lista Mihajlovic.

11.00 - Cristian Brocchi, da questa mattina alle 9 circa, è al Centro Sportivo Vismara dove ha riunito i membri del suo staff che lo seguiranno nella nuova avventura come guida della prima squadra. Presso il quartier generale del settore giovanile, Brocchi ha già iniziato a programmare il lavoro settimanale oltre ad incontrare i vertici del vivaio milanista. A breve è prevista la partenza per Milanello.

10.55 - AC Milan comunica l’esonero del Signor Sinisa Mihajlovic dall’incarico di allenatore. Al Signor Mihajlovic vanno i più sentiti ringraziamenti per l’attività fin qui svolta con impegno e correttezza. La conduzione tecnica della Squadra è affidata, fino al termine dell’attuale stagione, al Signor Cristian Brocchi al quale AC Milan rivolge i più cordiali auguri di buon lavoro.

10.34 - Secondo quanto riferito da Peppe Di Stefano a Sky Sport 24, parte dello staff di Mihajlovic è già arrivato a Milanello per liberare gli armadietti.

10.30 - Adriano Galliani in questi minuti è a colloquio con Sinisa Mihajlovic per comunicargli di persona l’esonero. I due avevano già parlato al telefono nelle scorse ore, ma al termine dell’incontro ci sarà la comunicazione ufficiale dell’esonero. 

10.18 - L’idillio tra Silvio Berlusconi e Sinisa Mihajlovic è durato esattamente tre mesi, cioè dal 3 luglio, giorno del raduno, al 4 ottobre, quando il Milan ha subito la pesantissima sconfitta casalinga contro il Napoli per 4-0. Da quel momento in poi, secondo La Gazzetta dello Sport, il rapporto tra i due si è piano piano deteriorato sempre di più, fino ad arrivare all’addio di ieri. L’incomprensione principale tra Berlusconi e Mihajlovic, che in questi mesi hanno avuto diversi botta e risposta, riguardava principalmente il gioco della squadra: il presidente milanista pretende infatti da sempre il bel gioco e una formazione in grado di essere padrona del campo, mentre il serbo è invece un allenatore più pratico che estetico.

10.02 - Anche su Tuttosport trova spazio il clamoroso addio fra il Milan e Sinisa Mihajlovic. "Miha ai titoli di coda" si legge sul quotidiano che poi continua. "Vertice in serata ad Arcore tra Berlusconi, Galliani e Brocchi che sostituirà il serbo".

09.57 - Allegri, Seedorf, Inzaghi, Mihajlovic e ora Brocchi: dal gennaio 2014 il Milan ha cambiato ben 5 allenatori. Inversione di rotta impressionante se si considera che il presidente Silvio Berlusconi aveva esonerato solo 4 allenatori in 28 anni (Liedholm, Tabarez, Zaccheroni e Terim). 

09.50 - Questa mattina Cristian Brocchi si è diretto al Centro Vismara dove incontrerà i suoi collaboratori prima di dirigersi verso Milanello: alle 15 il primo allenamento (Sportmediaset)

09.35 - Secondo quanto riporta SkySport ci sarà questa mattina, nel centro di Milano, un incontro tra Galliani e Mihajlovic per comunicare di persona l’esonero, dopo la telefonata di ieri. L’allenatore serbo non raggiungerà Milanello durante la giornata. Arriverà invece Brocchi per dirigere il primo allenamento. 

09.34 - Alle ore 15.00 Brocchi dirigerà il primo allenamento a Milanello con la prima squadra. 

09.33 - Secondo quanto appreso da MilanNews.it tutto lo staff di Sinisa Mihajlovic andrà via con il mister, quindi in prima squadra arriverà Brocchi con tutti i suoi uomini di fiducia. 

09.29 - Maurizio Crosetti, ospite a Tiki Taka su Italia 1, ha parlato dell'approdo di Brocchi sulla panchina del Milan: "Non vorrei essere nei suoi panni, il rischio di finire nell'inceneritore è enorme".

09.23 - Secondo quanto riferisce questa mattina il Corriere della Sera, nella giornata di ieri, Adriano Galliani ha cercato di convincere il presidente Silvio Berlusconi a non cambiare il tecnico serbo quando mancano sei giornate alla fine del campionato più la decisiva finale di Coppa Italia contro la Juventus.

09.17 - Secondo quanto riferisce La Gazzetta dello Sport questa mattina, la scelta del presidente è arrivata per diversi motivi: innanzitutto, il numero uno di via Aldo Rossi era molto arrabbiato per il calo avuto dal Milan nell’ultima mezz’ora del match contro la Juventus e ha poi osservato che se i rossoneri avessero giocato sempre con la rabbia mostrata sabato sera a San Siro avrebbero uno decina di punti in più. Berlusconi non ha perdonato al serbo di aver lasciato 14 punti contro le ultime otto della classifica.

09.15 - Peppe Di Stefano, in collegamento su Sky, ha parlato della posizione di Galliani in questa scelta del presidente di esonerare Mihajlovic: “Da anni si è intensificato il feeling tra Brocchi e Berlusconi, Galliani era quello più scettico perché voleva proseguire la stagione come Mihajlovic, allora si è trovato un punto in comune, non allungare il contratto a Brocchi così verrà giudicato dal campo fino a giugno, così potrà andare avanti se sarà all’altezza, oppure no”. 

09.13 - ​Franco Ordine, intervenuto a Tiki Taka su Italia 1, ha detto la sua sull'allontanamento di Mihajlovic da parte di Silvio Berlusconi: "L'unico appiglio può essere la frase di Mihajlovic quando ha detto che non sapeva quale Milan avrebbe trovato contro la Sampdoria, se quello visto con l'Atalanta o quello con la Juventus. Brocchi? Il suo banco di prova sarà la finale di Coppa Italia".

09.12 - Il Corriere della Sera apre con la panchina del Milan titolando: "Sinisa a fine corsa, pronto Brocchi". Il presidente Berlusconi nella serata di ieri ha incontrato l'attuale allenatore della Primavera, oggi è atteso il comunicato del cambio. La buona prova contro la Juventus non è bastata all'allenatore serbo per salvare la panchina a sei giornate dal termine del campionato.

09.09 - Durante l’incontro di questa sera ad Arcore tra Berlusconi, Galliani e Brocchi, si è parlato anche di come giocherà il Milan: secondo quanto appreso da Milannews.it, la squadra rossonera potrebbe abbandonare il 4-4-2 e i nuovi moduli di riferimenti diventeranno il 4-3-1-2 e il 4-3-3.

09.07. - La Gazzetta dello Sport di questa mattina apre con il clamoroso esonero di Sinisa Mihajlovic dalla panchina del Milan a sole sei giornate dal termine del campionato: "Milan via al piano B". Oggi ci sarà l'annuncio dell'addio, con Christian Brocchi, ieri a cena dal presidente Berlusconi per discutere l'accordo, che da oggi guiderà la squadra verso il termine del campionato.

09.05 - L’edizione odierna della Gazzetta dello Sport racconta che ci sono stati due incontri nelle ultime ore tra Silvio Berlusconi, Adriano Galliani e il giovane tecnico della Primavera milanista: domenica sera e ieri sera, i tre si sono infatti ritrovati a Villa San Martino ad Arcore, dove sono state poste le basi per costruire il Milan del futuro. Nel pomeriggio di ieri, l’ad della parte sportiva del club di via Aldo Rossi avrebbe chiamato Mihajlovic, che si trovava a Roma, per comunicargli la decisione della società di esonerarlo immediatamente. In serata, poi, nuovo summit Berlusconi-Galliani-Brocchi presso la residenza del numero uno rossonero.

Ore 9.00 - La serata di ieri è stata sconvolta dalle novità provenienti da casa Milan. Sinisa Mihajlovic sarebbe, infatti, ad un passo dall'esonero, con Cristian Brocchi promosso dalla Primavera. Decisiva la cena svoltasi ad Arcore, fra il presidente Silvio Berlusconi, Adriano Galliani e lo stesso Brocchi, da tempo candidato presidenziale alla guida del Diavolo. Nelle prossime ore atteso il comunicato ufficiale del club, con Sinisa Mihajlovic che, secondo quanto raccolto da MilanNews ha ricevuto la comunicazione dell'esonero già nel pomeriggio di ieri.