Metamorfosi Milan: così Pioli pensa a nuove soluzioni per evolvere sempre di più la sua squadra. E il mercato è fatto in questa direzione

04.08.2022 18:00 di Pietro Mazzara Twitter:    vedi letture
Metamorfosi Milan: così Pioli pensa a nuove soluzioni per evolvere sempre di più la sua squadra. E il mercato è fatto in questa direzione
MilanNews.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Uno dei punti di forza della squadra rossonera è la capacità di Pioli e dei suoi giocatori di non rimanere ancorati, per forza di cose o per estremismo, a determinati sistemi di gioco. Anzi. Dal suo arrivo al Milan, l’allenatore ha utilizzato come moduli di partenza il 4-3-3, il 4-4-2 per poi passare al caratteristico 4-2-3-1 evoluto in un 4-1-4-1 nel corso di alcune partite del finale della scorsa stagione. E anche in questa, grazie anche all’arrivo di Charles De Ketelaere e Yacine Adli, ci potranno essere dei nuovi e interessati accorgimenti tattici che porteranno il Milan a essere ancora meno leggibile agli avversari, almeno sulla carta. Questione di maturazione dei calciatori, che si divertono in campo anche dentro situazioni tecnico-tattiche non per forza di cose codificate al 100%. La fortuna di avere giocatori pensanti è anche questa e il Milan parte da una base molto forte, sia di giocatori sia di conoscenze il che la pone come l’avversaria da battere per tutte le altre.

Mercato in linea
Trovata una struttura tecnico-tattica con dei principi forti, come detto sopra, ecco che è anche più facile per la dirigenza muoversi su certi profili sul mercato. E se Adli e De Ketelaere sono in rampa di lancio per far variare pelle al Milan a partita in corso, tra il 4-3-3 e il 4-2-3-1, c’è un altro giocatore del quale si sta parlando poco ma che sarà fondamentale nell’interpretazione fluida del sistema ovvero Divock Origi. Il belga, che sta lavorando ancora in forma personalizzata ma alzando sempre di più i carichi, arriva da quella mentalità di calcio che ben si sposa con quella di Pioli. Perché nel tridente di Klopp, le tre frecce offensive avevano facoltà di scambiarsi ruoli, mansioni e posizioni per rendere difficile la vita ai difensori avversari. Il laboratorio di Milanello è sempre in azione. La curiosità per vedere all’opera i nuovi accorgimenti c’è.