Milan con e senza Biglia: con la partenza dell'argentino servirebbe un nuovo centrocampista

31.07.2019 20:30 di Matteo Calcagni Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Milan con e senza Biglia: con la partenza dell'argentino servirebbe un nuovo centrocampista

Con l'acquisto di Bennacer e Krunic, il Milan ha costruito parte del reparto mediano del prossimo anno, in attesa di capire cosa succederà con Kessie (ad oggi sostituirlo sarebbe comunque molto complicato). L'algerino, sulla carta, rappresenta la prima scelta per il ruolo di regista, con Biglia che, ad oggi, sarebbe la cosiddetta "riserva di lusso", sempre che il Milan non riesca a cederlo in queste settimane.

LO SPRINT DEL GENOA - Sull'argentino c'è il forte interessamento del Genoa che vorrebbe affidargli le chiavi del centrocampo per un paio d'anni, andando a spalmare il suo lauto ingaggio (3.5 milioni netti) in due stagioni. Una proposta interessante che sembrerebbe aver convinto l'ex Lazio, in attesa di capire se ci sarà margine di trattativa col Grifone: il club di Preziosi vorrebbe infatti il calciatore quasi a zero, mentre il Milan necessita almeno cinque milioni per non generare una minusvalenza. Una situazione che si potrebbe sbloccare positivamente se tutte le parti fossero convinte dell'operazione.

LE NECESSITA' ROSSONERE - Cosa succederebbe se Biglia fosse ceduto? Il Milan aveva già provato ad inserirlo nella trattativa Veretout, in modo che il francese sostituisse numericamente l'argentino, anche a livello (parziale) di ingaggio. Se il classe '86 seguisse Cristian Zapata in Liguria il Milan avrebbe uno slot a disposizione per rinforzare il proprio centrocampo, non avendo sostituti per Bennacer come regista. Giampaolo ha già fatto capire di non vedere Calhanoglu in quel ruolo, motivo per cui sarà necessario acquistare un nuovo mediano che possa alternarsi all'ex Empoli, a meno che non si ingaggi un calciatore in grado di giocare sia come mezz'ala che come vertice basso.