Senza Giroud e Rebic, Ibra non può giocarle tutte: Pioli deve ritrovare anche Pellegri

30.11.2021 14:00 di Enrico Ferrazzi Twitter:    vedi letture
Senza Giroud e Rebic, Ibra non può giocarle tutte: Pioli deve ritrovare anche Pellegri
© foto di DANIELE MASCOLO

In questi ultimi due anni, Stefano Pioli, oltre a riportare il Milan ad alti livelli, ha avuto il merito di recuperare anche alcuni giocatori che nelle stagioni precedenti stavano faticando parecchio: basti pensare per esempio a gente come Leao, Kessie e Calabria. Nella rosa attuale milanista, c'è un altro calciatore che deve ritrovarsi dopo alcune annate in cui è stato condizionato da parecchi infortuni e che finora sta rendendo ben al di sotto delle sue possibilità, vale a dire Pietro Pellegri. 

POCO UTILIZZATO - E se c'è un momento in cui sarebbe importante ritrovare il talento che qualche anno fa veniva visto da tutti come il centravanti del futuro della Nazionale italiana è proprio questo: con Ante Rebic e Olivier Giroud ai box per problemi muscolare e con Zlatan Ibrahimovic che non può certamente giocarle tutte, Pioli ha infatti bisogno più che mai in questo momento anche di Pellegri. Finora l'ex Monaco ha giocato pochissimo (solo 82' in campionato, in Champions League non può essere utilizzato in quanto non è stato inserito nella lista UEFA) e anche quando è stato chiamato in causa non ha mai convinto.

TOCCA A PELLEGRI - Eppure, dopo essere esploso nel Genoa, in molti erano convinti che Pellegri potesse avere un grande futuro, ma purtroppo da quanto è passato al Monaco ha avuto una serie infinita di infortuni che hanno bloccato la sua crescita e maturazione. Anzi, il centravanti ammirato nel Grifone non si è più visto. Questa estate è arrivata la chiamata del Milan, che lo ha preso come alternativa a Ibra e Giroud. Con il francese fuori, è impensabile che lo svedese possa giocare sempre e quindi c'è bisogno anche dell'apporto di Pietro, che troverà sicuramente spazio sia domani contro il Genoa che nelle prossime partite, in particolare quella di sabato contro la Salernitana che arriva pochi giorni prima del match decisivo di Champions League contro il Liverpool. Probabile che contro i campani possa avere una chance dal primo minuto.