Yepes, esperienza ed umiltà al servizio del Milan

24.07.2010 13:04 di Pietro Mazzara  articolo letto 5112 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Yepes, esperienza ed umiltà al servizio del Milan

Il suo arrivo in rossonero lo avevamo annunciato in tempi non sospetti, bruciando tutti sul tempo, e puntualmente si è verificato con il deposito del contratto presso gli uffici della lega datato 18 marzo 2010. Mario Yepes di certo non è un giovincello, visti i suoi 34 anni, ma ha dimostrato, nonostante l’età avanzata per un calciatore, di poter dare ancora molto, come hanno testimoniato i due anni passati al Chievo Verona dove ha sempre mantenuto degli standard di rendimento molto alti. Adesso, è iniziata una nuova avventura per il capitano della Colombia. Il Milan rappresenta, per lui, l’occasione più grande per concludere in maniera importante una lunga e stimabile carriera durante la quale ha vestito le maglie, oltre a quella clivense, di club come il River Plate ed il PSG. Nella conferenza stampa di presentazione, il centrale rossonero ha dimostrato grande umiltà ammettendo di avere davanti due mostri sacri come Nesta e Thiago Silva ma, allo stesso tempo, ha fatto capire che proverà a giocarsi il posto, come tutti i suoi compagni di reparto che stanno dietro alla coppia titolare. Una valida alternativa al duo insostituibile serviva, visto quanto successo la scorsa stagione, vedremo se riuscirà, anche con un minutaggio inferiore, a mantenere il rendimento che lo ha fatto emergere nel campionato italiano.