Milan, il borsino difensore a 15 giorni dalla fine del calciomercato

16.01.2022 08:00 di Antonello Gioia  Twitter:    vedi letture
Milan, il borsino difensore a 15 giorni dalla fine del calciomercato
MilanNews.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Mancano esattamente 15 giorni alla fine del calciomercato invernale ed è tempo di provare a ricapitolare ciò che è successo fino ad ora e quali potrebbero essere le prossime mosse in casa rossonera. Il tutto, ovviamente, riguarda il nuovo difensore centrale: l'infortunio lungo di Kjaer e quello più breve di Tomori, infatti, consiglierebbero l'acquisto di un profilo di livello per rinforza il reparto arretrato di Pioli.

I preferiti
Dall'inizio delle trattative i nomi più gettonati sono due: Sven Botman e Gleison Bremer. Per entrambi, però, la situazione è molto simile e, in entrambi i casi, non è benevola per il Milan: i due club proprietari, Lille e Torino, non vorrebbero cedere in questa sessione i loro calciatori e chiedono, di conseguenza, cifre importantissime; a conferma di ciò, sono arrivate ieri le dichiarazioni del presidente dei francesi, il quale ha dichiarato di voler trattenere a tutti i costi il classe 2000 olandese. Maldini e Massara, comunque, non molleranno la presa finché ci sarà speranza, per riprenderla, in caso di no definitivo a gennaio, nel calciomercato estivo.

Gli altri nomi
Più indietro nel gradimento sembrano essere gli altri nomi noti nelle ultime settimane: da Bailly a Diallo passando per Slazai e arrivando a Sarr. Dal punto di vista economico sarebbero trattative certamente più fattibili rispetto a quelle per Bremer e Botman, ma tra Coppa d'Africa (Bailly e Diallo) e questioni tecnico-tattiche (Slazai e Sarr) si va verso matrimoni che non s'hanno da fare se non - per emergenza - negli ultimi giorni di mercato. La sensazione, infine, è che possa esserci qualche profilo non conosciuto a rimpolpare tale borsino; Maldini e Massara amano lavorare nel segreto e, fino ad ora, tale strategia ha spesso e volentieri pagato.