ESCLUSIVA MN - Budan: "Pioli ha personalità, porterà serenità ed equilibrio. Può aiutare Piatek a sbloccarsi"

10.10.2019 18:00 di Enrico Ferrazzi Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico De Luca
ESCLUSIVA MN - Budan: "Pioli ha personalità, porterà serenità ed equilibrio. Può aiutare Piatek a sbloccarsi"

Per commentare l'arrivo di Stefano Pioli sulla panchina del Milan, la redazione di Milannews.it ha intervistato in esclusiva Igor Budan, ex attaccante che ai tempi del Parma ha lavorato con il nuovo tecnico milanista (stagione 2006-2007). Ecco le sue parole: 

Sig. Budan, che tipo di tecnico è Pioli?
"Lo reputo un allenamento che mi ha dato tanto sia a livello tecnico che umano. Ha una personalità importante che magari non dimostra urlando, ma lo dimostra con il modo di lavorare e con il rapporto diretto che ha con i giocatori. Non lavoriamo più ormai da diversi anni, ma è cresciuto nel tempo e al Milan potrà portare la sua esperienza e soprattutto un po' di tranquillità ed equilibrio in campo. Lo reputo un bel profilo in questo momento per il Milan".

L'arrivo di Pioli può aiutare Piatek a sbloccarsi?
"Credo di sì. Piatek ha sorpreso un po' tutti l'anno scorso, non può aver dimenticato ora come si segna. Come tutti i grandi bomber, dipende anche dal gioco della squadra. Il Milan deve migliorare su questo. A me il polacco piace molto perchè appena ha mezza occasione la butta dentro. Quando la squadra non gira e sei lontano dalla porta, è normale fare fatica. E' un discorso che vale per Piatek, ma anche per tutti gli altri attaccanti. Con Pioli, tutti gli attaccanti, compreso io, abbiamo segnato tanto".

Da un punto di vista tattico, cosa può portare Pioli al Milan?
"Non so se giocherà con il 4-3-3, a lui piacciono molto le mezzali che si inseriscono. Vediamo cosa vorrà fare, io sono molto fiducioso. Sicuramente trasmetterà serenità alla squadra rossonera. Negli ultimi anni ha cambiato spesso squadra, ma ovunque è andato ha fatto il massimo".

Secondo lei, il Milan può arrivare al quarto posto?
"Mancano ancora 31 partite, parliamo di oltre 90 punti. Non vedo perchè uno non debba sognare e credere nella Champions League. Ovviamente non vanno persi troppi punti per strada, Pioli dovrà trovare in fretta la formula giusta per arrivare alle vittorie. Da piccolo ero affascinato dal Milan dei campioni, era simpatizzante per i rossoneri e quindi mi auguro che possa tornare presto dove merita".