ESCLUSIVA MN - Dall'Inghilterra, Kinsella: "Milan, ecco perché non sono arrivati Rudiger e Bakayoko. A gennaio..."

06.10.2020 19:35 di Manuel Del Vecchio Twitter:    Vedi letture
Fonte: Intervista di Manuel Del Vecchio
© foto di Federico Gaetano
ESCLUSIVA MN - Dall'Inghilterra, Kinsella: "Milan, ecco perché non sono arrivati Rudiger e Bakayoko. A gennaio..."

Per commentare le trattative per Rudiger e Bakayoko, entrambe non andate a buon fine, fra Milan e Chelsea, la redazione di MilanNews.it ha contattato in esclusiva Nizaar Kinsella, corrispondente di Goal.com per il Chelsea e tutto quello che orbita intorno al mondo Blues. Queste le domande e le risposte:

Nelle ultime ore di mercato il Milan, alla ricerca di un difensore centrale, ci ha provato per Rudiger. Cosa si è detto in inghilterra di questo possibile affare?

 “Sul giocatore c’erano Tottenham, West Ham, Barcellona e PSG, con Milan e Roma che si sono mosse un po’ in ritardo rispetto alle altre. Il Milan voleva provarci con un prestito con diritto di riscatto, ma ci sono stati diversi problemi. In primis l’ingaggio del giocatore, che al Chelsea prende 100mila sterline a settimana (circa 5 milioni di euro all’anno, ndr). Anche la modalità dell’affare era da discutere: l'eventuale diritto di riscatto sarebbe dovuto essere molto alto, e comunque il Chelsea avrebbe voluto un obbligo. La prima idea del club di Abrahmovic era quella di vendere il giocatore a titolo definitivo, ma a causa dell’emergenza Coronavirus sono tanti i club ad avere problemi economici: anche il Milan non fa eccezione e questo non ha permesso che un possibile affare andasse a buon fine”.

Rudiger può lasciare il Chelsea a gennaio?

“Sì, senza dubbio può lasciare il Chelsea a gennaio. Tra i club che erano interessati al difensore tedesco in molti hanno trovato già un’alternativa: Tottenham e West Ham dovrebbero prendere un difensore dalla Championship, il Barcellona invece ci proverà ancora per Eric Garcia del Manchester City. A gennaio quindi sia Milan che PSG potrebbero essere delle possibili destinazioni per Rudiger, ma è anche vero che potrebbero arrivare altri club interessati”.

Durante tutta l'estate ci sono stati contatti fra Milan e Chelsea per Tiemoue Bakayoko senza però mai arrivare ad un accordo definitivo. Cos'è successo?

 “Anche per Bakayoko la situazione è stata simile a quella di Rudiger. C’era anche il PSG sul giocatore ma alla fine è andato al Napoli. Il Chelsea chiedeva l’obbligo di riscatto mentre il Milan offriva solo un diritto, in un’operazione simile a quella del 2018. Il Milan era davvero intenzionato a riportare in Italia Bakayoko ma non alle condizioni del Chelsea, che chiedeva molti soldi. I Blues hanno preso il centrocampista dal Monaco per 40 milioni di sterline, e quando il Chelsea tratta la cessione di un proprio giocatore vuole incassare sempre una cifra vicina a quella che hanno speso. Hanno chiesto al Milan 30-32 milioni di sterline per un giocatore che ultimamente non stava facendo molto bene, ecco perché non si è arrivato ad un accordo. Alla fine il Milan è andato su altri obiettivi, il Napoli è arrivato quando non c’era più nessuno ed è riuscito a strappare un accordo abbastanza buono. Un prestito secco per circa 5 milioni di euro, senza diritto o obbligo di riscatto. Il Milan forse si è mosso troppo presto per lui”.

A parte Rudiger e Bakayoko ci sono stati contatti fra Milan e Chelsea anche per altri giocatori?

 “No, non ci sono state discussioni fra i due club per altri giocatori”.