ESCLUSIVA MN - Dalla Svezia, Fallahi: "Milan, Ibra può restare. Ecco su cosa sta riflettendo"

28.04.2020 14:00 di Antonio Vitiello Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
ESCLUSIVA MN - Dalla Svezia, Fallahi: "Milan, Ibra può restare. Ecco su cosa sta riflettendo"

La redazione di MilanNews.it ha intervistato Siavoush Fallahi che ha realizzato l’intervista a Ibrahimovic per Dplay Svezia. Il giornalista che settimana scorsa ha osservato da vicino l’amichevole a Stoccolma dell’Hammarby e naturalmente la partita di Zlatan, ha parlato del futuro dell’attaccante rossonero.

Come hai trovato Ibra in questi giorni di allenamento con l’Hammarby?

“Si vede che rispetto ai suoi “compagni” in campo gioca su un altro livello. L’ho visto bene e carico e ho visto che si divertiva. Probabilmente manca un pò alla forma fisica migliore, ma la classe c’è sempre. Poi ti fa impressione quando lo vedi, a 38 anni, a Stoccolma con una squadra come l’Hammarby, circondato da giovani, disperarsi per un passaggio facile ricevuto sul sinistro invece che sul suo piede preferito, il destro. Per lui non cambia niente che sia un allenamento, lui vuole sempre vincere”.

L'anno prossimo Zlatan sarà ancora al Milan?

“Dipende da tante cose, e soprattutto non dipende tutto da lui. Fosse per me, non mi priverei mai di uno come Zlatan, ma la domanda è cosa vuole fare il Milan? E dove vuole arrivare? Se arriva un nuovo allenatore che non vuole un giocatore come Ibra nello spogliatoio cosa farà lo svedese? O se vogliono andare avanti con un progetto giovani non ci sarà spazio per lui? Cosa succede con la situazione del covid e quando potrà iniziare il campionato italiano? Come sarà la situazione della famiglia di Zlatan che adesso vive a Stoccolma? Sono tante le domande. Io penso che Zlatan stia bene al Milan e a Milano, e che ha un buon feeling con l’ambiente rossonero. Se il Milan gli offre un altro anno di contratto con la possibilità di competere su alti livelli, lui dovrebbe rispondere positivamente alla chiamata”.

Escludiamo l’ipotesi ritiro…

“Zlatan ha sempre detto che vuole giocare finché sta bene fisicamente. Parlando della nazionale svedese ha sempre detto che non vorrebbe mai diventare uno che resta in squadra solo per il suo nome o la sua storia, ma vuole stare nelle squadre in cui gioca perché se lo è meritato e perché potrà ancora contribuire sul campo. Dopo l’intervista di venerdì si è parlato tanto della situazione del Milan, i tifosi del Malmö ma la parte più interessante sono state le sue parole sul suo futuro dove si intravede una fame e passione per il calcio che è tipica di Ibrahimovic. Lui ha ancora voglia di giocare, vincere e segnare. Finché il suo corpo regge, penso che continuerà a giocare, alla fine è un artista e gli artisti soffrono senza gli applausi del proprio pubblico”.

Se dovessi sbilanciarti, che percentuali dai di vedere ancora Ibra al Milan?

“Se devo buttare una cifra gli darei un bel 65%. Do una buona possibilità che rimanga al Milan, ma visto che Ibra è una persona imprevedibile possiamo aspettarci di tutto”.

di Antonio Vitiello