esclusiva mn

- Leva: "Scamacca lo vedrei bene al Milan. Asta per Frattesi in Europa"

ESCLUSIVA MN - Leva: "Scamacca lo vedrei bene al Milan. Asta per Frattesi in Europa"MilanNews.it
© foto di www.imagephotoagency.it
domenica 21 maggio 2023, 14:00ESCLUSIVE MN
di Redazione MilanNews

Riguardo all’accostamento di Gianluca Scamacca al Milan, la redazione di MilanNews.it ha contattato telefonicamente in esclusiva Emiliano Leva, allenatore del centravanti italiano ai tempi delle giovanili della Lazio, nonché tra i suoi primissimi mentori. 

Come vedresti Scamacca al Milan?

“Lo vedrei bene. Senza nulla togliere a Giroud, ai rossoneri serve uno che butti la palla dentro con maggiore frequenza. Gianluca calzerebbe a pennello”.

Lo immagina integrato nel sistema di gioco di Pioli?

“Con Pioli potrebbe segnare il triplo dei gol che già è in grado di fare, perché gioca un calcio molto offensivo. Ripeto: per me sarebbe perfetto per il Milan”.

E con partner come Leao o Brahim Diaz? 

“Se rimarranno, potrebbero fare le fortune del Milan insieme a Gianluca dei prossimi anni. Poi lui possiede una versatilità che hanno pochi nel suo ruolo: si da adattare al gioco di chiunque, senza insidie. Scamacca rappresenterebbe la ciliegina sulla torta del progetto giovane del Milan”.

Quali caratteristiche da predestinato avesti modo di intravedere in lui, ai tempi delle giovanili della Lazio?

“Gianluca aveva un fisico importante che lo supportava. Caratterialmente poi non mollava mai. Aveva sempre un grandissima fame. Dopo di noi, passò alla Roma. Era una testa meccanizzata a vincere”.

Vi sentite ancora?

“Ci sentiamo ancora e, a distanza di anni, è rimasto lo stesso di sempre. Recentemente mi ha inviato qualche foto del recupero mirato personale che sta svolgendo a Roma. La fame è la medesima di quando era ragazzino”.

Sotto quali aspetti tecnici senti di aver inciso maggiormente su di lui? 

“In quegli anni lavoravamo un po’ meglio sui movimenti da prima punta, per perfezionarlo. Negli anni ho visto tatticamente qualcosa di quello di cui parlavamo a lungo nei nostri allenamenti e mi ha fatto molto piacere. Poi chiaro: dopo di me ha avuto altri grandissimi allenatori che lo hanno plasmato ancora di più”.

Di quella giovane Lazio faceva parte anche Frattesi. Il Milan potrebbe aver bisognoso anche di lui?

“Penso che un po’ tutti abbiano bisogno di un talento del genere, di rarissima natura. Quest’estate prevedo che si scateni un’asta tra vari principali club italiani e europei”.