ESCLUSIVA MN - Lodetti: "Milan, serve uno sforzo per prendere due giocatori di livello. Giampaolo scelta giusta"

17.07.2019 15:01 di Enrico Ferrazzi Twitter:    Vedi letture
© foto di Balti Touati/PhotoViews
ESCLUSIVA MN - Lodetti: "Milan, serve uno sforzo per prendere due giocatori di livello. Giampaolo scelta giusta"

La redazione di Milannews.it ha intervistato in esclusiva Giovanni Lodetti, grande ex centrocampista rossonero, il quale ha commentato l'arrivo in panchina di Giampaolo, la presenza in società di Maldini e Boban, l'imminente arrivo di Bennacer e il momento di Suso e Cutrone. Ecco le sue parole: 

Cosa pensa della scelta di Giampaolo come nuovo allenatore?
"Per lui essere in una grande squadra è una novità, ma a Genova ha fatto molto bene quindi credo sia una scelta giusta e ponderata da parte delle società rossonera. Forse non ha ancora il carisma da grande squadra, ma potrebbe fare molto bene al Milan".

In molti dicono che sia il profilo giusto anche per il momento del Milan...
"Sì è vero che è un tecnico a cui piace il bel gioco, però il Milan ha bisogno anche di un allenatore che porti risultati. Spero sia in grado di dare alla formazione rossonera l'impronta giusta per tornare presto ad essere una grande squadra. Non sarà facile, ma credo che la scelta di Giampaolo sia giusta".

Da grande ex milanista come vede due bandiere rossonere come Maldini e Boban alla guida del Milan?
"Li vedo bene, però è difficile dare ora un giudizio. Boban ha grande esperienza a livello internazionale visto che ha ricoperto un ruolo importante nella FIFA. Maldini ha iniziato da poco, ma lo conosciamo tutti bene, è un personaggio straordinario. Quindi mi auguro che possano fare bene alla guida della parte sportiva del Milan".

Come giudica l'imminente arrivo di Bennacer? 
"Bennacer è un buon giocatore, però poi dipenderà da come lo impiegherà l'allenatore. Io sinceramente sono più per prendere un paio di giocatori di grande qualità che possano cambiare volto alla squadra milanista. Il Milan ha tanti bravi giocatori, ma non sono ancora in grado di far fare il salto di qualità alla formazione rossonera. Arriviamo da anni difficili, è vero, però credo che la scoietà debba fare uno sforzo per prendere giocatori di livello, altrimenti siamo sempre lì".

Secondo lei Suso può fare il trequartista?
"Lo può fare, ma se deve correre tanto perde lucidità. Il trequartista moderno non deve pensare solo alla fase offensiva, ma anche a quella difensiva. Non credo che Suso sia pronto per fare questo, ma lo spagnolo è una realtà e quindi Giampaolo gli troverà un ruolo".

Se dovesse dare un consiglio a Cutrone gli direbbe di restare e giocarsi le sue chance in rossonero oppure di andare a giocare con continuità da un'altra parte?
"Se dovesse andare in prestito è evidente che avrebbe maggiori chance di giocare, ma io se fossi in lui resterei al Milan a giocarmi le mie carte. Al giorno d'oggi, però, i giovani vogliono giocare e non hanno pazienza. Io comunque gli consiglierei di restare al Milan".