ESCLUSIVA MN - Longhi: "Milan, la squadra è tutta con Gattuso. Higuain ci sarà domenica. Ibra? Fa ancora la differenza"

07.11.2018 12:00 di Enrico Ferrazzi Twitter:   articolo letto 30760 volte
© foto di DANIELE MASCOLO/PHOTOVIEWS
ESCLUSIVA MN - Longhi: "Milan, la squadra è tutta con Gattuso. Higuain ci sarà domenica. Ibra? Fa ancora la differenza"

Per commentare il momento del Milan, la redazione di Milannews.it ha contattato in esclusiva Bruno Longhi, noto giornalista sportivo. Con lui, abbiamo parlato delle tre vittorie di fila dei rossoneri, del lavoro di Gattuso, della prossima partita di campionato contro la Juventus e del possibile ritorno di Ibrahimovic. Ecco le sue parole: 

Sig.Longhi, dopo la sconfitta nel derby, si aspettava tre vittorie di fila da parte del Milan?
"Io sono sempre stato un anti degli anti-Gattuso, cioè ero contro quelli che erano anti-Gattuso. Secondo me il lavoro di Gattuso, anche sul piano del gioco, non poteva essere buttato via solo perchè hai perso il derby. Perdere con l'Inter ci può stare, mi ha deluso di più la sconfitta in casa contro il Betis, cioè una squadra che sta facendo molta fatica in Liga e invece ha messo sotto i rossoneri a San Siro. Non avevo preventivato i 9 punti perchè è una cosa che non faccio mai, però che ero sicurissimo che il Milan non stesse male".

I tre successi consecutivi dimostrano che la squadra è compatta e unita intorno al proprio allenatore...
"Questo è fuori di dubbio. Quando un allenatore perde, si dice subito che la panchina scotta. E' successo a Gattuso e succede a tutti gli allenatori. Da quello che emerge da Milanello, Gattuso riscuote il massimo dei consensi da parte dei giocatori rossoneri".

Domenica ci sarà la supersfida contro la Juventus. Che partita si aspetta? Quante chance ha il Milan per ottenere un risultato positivo?
"Che la Juventus sia più forte dei rossoneri non c'è dubbio, però un Milan un po' irrobustito può darle del filo da torcere. E' chiaro che i bianconeri sono favoriti, ma il Milan meno tecnico e più operaio visto a Udine, con un centrocampo più muscolare che tecnico, può mettere in difficoltà la squadra di Allegri. Sarà una partita molto combattuta che verrà decisa da alcuni episodi. Io dico che il Milan sarà in partita, quindi avrà delle chance per fare bene".

Gattuso e tutti i tifosi milanisti sperano nel recupero di Higuain per questo match...
"Io non ho dubbi: Higuain giocherà sicuramente contro la Juventus. Il fatto che sia uscito al 35' del primo tempo a Udine vuol dire che ha sentito dolore, ma probabilmente avrà anche pensato ai prossimi impegni del Milan".

Per il mercato di gennaio, il sogno dei tifosi è Ibrahimovic. Secondo lei il suo ritorno al Milan è veramente possibile?
"Si fanno sempre tanti discorsi su Ibra. A prescindere da quello che potrà essere il suo inserimento nello spogliatoio milanista e al di là del fatto che ha già 37 anni, lo svedese è uno che è in grado di fare ancora la differenza in Serie A. Ora che il Milan sembra indirizzato a giocare con le due punte, un terzo attaccante serve per forza. Io sono convinto che ancora oggi Ibra è in grado di risolvere tante partite in Serie A".