ESCLUSIVA MN - Paganini: "Ibra non va messo alle strette. Il mercato? Prima il rinnovo di Gigio"

22.08.2020 14:30 di Redazione MilanNews Twitter:    Vedi letture
Fonte: Intervista di Thomas Rolfi
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
ESCLUSIVA MN - Paganini: "Ibra non va messo alle strette. Il mercato? Prima il rinnovo di Gigio"

Paolo Paganini, giornalista di Rai Sport, è stato intervistato in esclusiva da MilanNews.it per fare il punto sui rinnovi di Zlatan Ibrahimovic e Gianluigi Donnarumma, oltre che ragionare su quello che sarà il mercato in entrata.

Il Milan ha deciso di proseguire con Pioli, è stata la scelta giusta?

"Secondo me è stata una scelta logica e intelligente da parte della società, Pioli ha dimostrato sul campo di aver ridato un'identità precisa a questa squadra, valorizzando i giocatori della rosa. Anche il feeling tra la squadra e l'allenatore è importante per programmare una stagione in maniera concreta, ripartendo da Ibrahimovic, il cui arrivo è stato fondamentale per la stagione del Milan, almeno per l'ultima parte".

A che punto siamo col rinnovo di Ibrahimovic?

"A me risulta che Ibra abbia assolutamente voglia di continuare e probabilmente chiudere la carriera con il Milan, però essendo un grande professionista fa anche i suoi interessi. Sa di essere, e lo ha dimostrato, un giocatore determinante in campo e nello spogliatoio, e quindi nonostante i 39 anni vuole che questo gli venga riconosciuto. Da parte Raiola so che per Ibrahimovic c'è la volontà di chiudere e rimanere al Milan. Si è partiti da una richiesta di 7.5 milioni, credo si possa chiudere a cifre leggermente inferiori, ma il Milan confermando Pioli è quasi obbligato a confermare Ibrahimovic, proprio perché è il giocatore più rappresentativo che ha fatto alzare il livello della rosa".

Può chiudersi già in queste ore?

"Ibrahimovic si conosce caratterialmente, è un leader, non deve essere messo alle strette, soprattutto non accetta diktat. Questo la società lo sa e per questo si sta muovendo con diplomazia, sia a livello di rapporti e comunicazione, sia per avvicinarsi alle cifre che ha chiesto Zlatan".

Dopo Ibrahimovic sarà il turno di Donnarumma?

"A ruota ci sarà anche il discorso di Donnarumma, un altro pilastro del Milan, gestito ancora da Raiola. Il giocatore vuole chiaramente proseguire la sua avventura con il Milan, anche se al momento risulta ci siano problemi sulla clausola, essendo lui un portiere appetito dai grandi club. Il passo successivo alla firma di Ibra è andare a fare una trattativa per il possibile rinnovo di Donnarumma".

Prima il rinnovo di Gigio e poi il mercato in entrata?

"Da parte del Milan c'è la volontà di accelerare, onde evitare che da qui al 5 ottobre ci possano essere dei colpi a sorpresa. Poi quando vai a trattare un rinnovo così importante rischi che i tempi si allunghino in maniera naturale, perché ci sono di mezzo tante situazioni, la clausola, i bonus, il piano di rafforzamento della squadra. Entrano in ballo anche altri fattori. Una volta che avranno chiuso la vicenda Ibrahimovic, il Milan cercherà di chiudere il prima possibile anche il rinnovo di Donnarumma, poi ci sono quegli obiettivi che Pioli ha indicato, a cominciare da Bakayoko, Aurier... Sono questi i giocatori al momento più seguiti. C'è stato anche un sondaggio per De Paul ma ad oggi ha cifre fuori portata, è un discorso al momento molto raffreddato".