ESCLUSIVA MN - W.Bianchi: “Milan, Maldini tornerà solo se il progetto è serio. Conferma Gattuso? Scelta più che giusta”

11.07.2018 14:00 di Enrico Ferrazzi Twitter:   articolo letto 64696 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
ESCLUSIVA MN - W.Bianchi: “Milan, Maldini tornerà solo se il progetto è serio. Conferma Gattuso? Scelta più che giusta”

Per commentare le ultime novità societarie, il possibile ritorno al Milan di Paolo Maldini e il lavoro di Rino Gattuso, la redazione di Milannews.it ha contattato in esclusiva Walter Bianchi, ex terzino rossonero. Ecco le sue parole:

Nelle ultime ore, il Milan è passato dalle mani di Yonghong Li a quelle di Elliott. Che idea si è fatto delle ultime vicende societarie rossonere?

“Berlusconi ha fatto fatica a trovare qualcuno a cui vendere il Milan, poi ha trovato questo soggetto cinese che dopo le prime dichiarazioni roboanti ha dato l’idea di essere più uno speculatore che un amante del Milan. Il Milan lo ha amato Berlusconi, difficile pensare che si possa tornare a vivere la stessa situazione visto che adesso chi compra un club di calcio lo fa più per motivi economici che di cuore”.

L’era cinese si chiude dopo appena 15 mesi, eppure l’estate scorsa hanno speso oltre 200 milioni di euro sul mercato…

“La vecchia proprietà ha speso 200 milioni di euro sul mercato, però ha acquistato giocatori che Montella, a suo dire, non conosceva nemmeno. Se una dirigenza non ascolta l’allenatore nella scelta dei giocatori, allora già di partenza il progetto è sbagliato. Era meglio spendere di meno, ma comprare giocatori funzionali al modo di giocare del tecnico”.

Negli ultimi giorni, si parla molto del possibile ritorno al Milan di Paolo Maldini. Cosa ne pensa?

“Paolo, anche da giovane, è sempre stato molto maturo. Il suo ritorno sarebbe più che positivo, mentre una cosa che mi ha lasciato perplesso è stato l’addio di Filippo Galli dopo diversi anni di buon lavoro nel settore giovanile. Io ho lavorato per diverso tempo nelle Nazionali giovanili come assistente tecnico e molti giocatori nati e cresciuti nel vivaio Milan si sono messi in mostra, dimostrando che il lavoro di Filippo è stato molto positivo. Il fatto che vada via Filippo Galli e arrivi Paolo Maldini mi suona un po’ strano. Conoscendo Paolo, che è una persona molto equilibrato e in gamba, non credo che metta comunque la faccia in un progetto che non è serio”.

Cosa potrebbe portare Maldini al Milan?

“Se Maldini dovesse entrare lo farebbe anche perché la sua pelle è rossonera. Paolo ha vissuto gli anni migliori di questo club, la sua esperienza potrebbe essere molto utile alla società rossonera. Maldini è molto intelligente, se accetterà di ritornare al Milan vuol dire che valuta positivamente il progetto”.

Intanto, anche con l’avvento di Elliott, si va verso la conferma di Gattuso alla guida della formazione milanista…

“Gattuso è stato eccezionale nell’ultima stagione, è subentrato in un momento molto difficile, ma ha saputo cambiare il Milan. Con Montella, invece, non riuscivano a fare nemmeno tre passaggi di fila, anche se ovviamente non è tutta colpa del tecnico napoletano visto che alcune scelte di mercato sono state sbagliate. In virtù di quello che è successo nell’ultima stagione, direi quindi che è giusta la conferma. Rino ha saputo dare una parvenza di gioco al Milan, ha fatto il massimo con quello che aveva a disposizione. Gattuso ha il Milan nel cuore, un tifoso milanista non può non amare una persona come lui. La sua conferma la vedo dunque come una scelta più che giusta”.