LA LETTERA DEL TIFOSO - "Caro Milan, ci manchi" di Aron Luigi

09.10.2019 18:56 di Redazione MilanNews Twitter:    Vedi letture
LA LETTERA DEL TIFOSO - "Caro Milan, ci manchi" di Aron Luigi

Caro Milan,
scrivo di pugno questa lettera perché ormai non so più chi siamo, il mio amore per questi colori è e sarà sempre infinito, ma oggi, 8 Ottobre 2019, a nemmeno due mesi di Campionato, stiamo scrivendo l’ennesimo incubo calcistico che ci attanaglia almeno da 8 anni a questa parte: ennesima programmazione sbagliata, questa volta non è solo uno sbaglio di allenatore, questa volta è uno sbaglio di dirigenza dai piani alti fino a passare da allenatore e giocatori, tutti colpevoli, tutti in discussione? nessuno escluso. Cosa ti sta succedendo? Sono lontane secoli le notti magiche di Atene, Barcellona, Manchester... Non voglio nemmeno elencarle perché il cuore fa troppo male. Si dice che il tempo chiuda tutte le ferite: di 8 anni di scellerata gestione, acquisti sbagliati, Presidenti immaginari, società fittizie...ma la nostra ferita rimane sempre bene aperta, visibile a tutti, sanguinante, quasi come un trofeo conquistato con i denti.
Caro Milan, ci manchi da morire, abituati ad ostriche e Champagne per 30 anni, è dura tornare negli inferi e sopportare gli sfottò dei nemici, soffrire ogni maledetta domenica, farci deridere da squadre meno blasonate di noi; noi tifosi, Caro Milan, vogliamo tornare agli albori dove ci spetta, il nostro posto lì sopra sull’Olimpo insieme agli dei, basta infangare vecchie glorie che hanno fatto grande questo nome e che per amore e attaccamento alla maglia cercano di salvare nel modo in cui conoscono, cadendo impietosamente in sbagli alle volte elementari ...
Caro Milan, ci manchi perché noi non siamo una squadra normale: noi siamo AC Milan, noi siamo la prima squadra che nasce a Milano 1899 e questo nessuno potrà rivendicare; siamo la squadra del popolo di Milano, siamo i “casciavit”.
Kilpin disse: “Saremo una squadra di diavoli. I nostri colori saranno il rosso come il fuoco e il nero come la paura che incuteremo agli avversari”...queste le parole del nostro fondatore, queste sono le parole di chi ha fatto nascere l’amore di milioni di persone...
Caro Milan, ti amo ma ora
aiutati da solo perché io non riesco più...

di  Aron Luigi Morselli