Cuoghi: "Ibra via? Al Milan c'è ancora tanta confusione. Ora serve chiarezza"

02.04.2020 00:45 di Daniel Speranza   Vedi letture
Fonte: tuttomercatoweb.com
© foto di Massimo Arminante/TuttoNocerina.com
Cuoghi: "Ibra via? Al Milan c'è ancora tanta confusione. Ora serve chiarezza"

"L'addio di Boban e forse quello che arriverà da parte di Maldini possono aver inciso nella decisione di Ibra di non continuare con il Milan". Si esprime così Stefano Cuoghi, ex centrocampista rossonero sulla probabile scelta dello svedese di andarsene a fine stagione. "Nel Milan - dice a Tuttomercatoweb.com - c'è ancora tanta confusione su quale debba essere la strada da percorrere. Prima si è seguito un programma basato sui giovani, poi si è fatto ricorso ai vecchi e ora si pensa di tornare al progetto iniziale. Così è stato perso un anno. Ibra ha fatto comunque un ottimo periodo: nonostante l'età è stato decisivo. Ora, ripeto, tutto dipende da quale via si va ad intraprendere: è chiaro che quando sei in mano ad un fondo, questo vuol guadagnare. E i giovani bravi costano. Comunque Gazidis è un dirigente valido, anche Baban e Maldini lo sono stati, pur non avendo ancora grande esperienza. Maldini ha dimostrato di saper mettere a segno ottimi colpi come Theo Hernandez. Ora però è importante la chiarezza e la coerenza, anche per far capire bene al tifoso a cosa si va incontro".

Milik le piace come eventuale sostituto di Ibra?
"Molto. E' un ottimo calciatore che sa far giocare la squadra e nel rapporto minuti giocati-gol è molto buono. E' un attaccante che mi stuzzica. E' vero che negli ultimi anni le punte centrali al Milan hanno avuto problemi ma credo che non sia stata solo colpa loro ma anche dell'impianto di gioco. Milik è nel pieno delle forze, ha voglia di dimostrare e ha bisogno di sentirsi importante e di non essere sempre messo in discussione".

Se parte Donnarumma su chi punterebbe? Sirigu o Meret?
"Se va via allora i programmi sono meno ambiziosi. Meret non so se ha avuto problemi caratteriali ma mi fido di Ancelotti e se lo ha fatto giocare sempre significa che le qualità ci sono. Sirigu è stato finora tra i tre migliori portieri del campionato. Ha però un'età più avanzata e per la politica del Milan sarebbe più opportuno Meret".