Da oggetto misterioso a Mr. Wolf: la metamorfosi di Ante Rebic

25.01.2020 10:33 di Salvatore Trovato   Vedi letture
Fonte: tuttomercatoweb.com
© foto di www.imagephotoagency.it
Da oggetto misterioso a Mr. Wolf: la metamorfosi di Ante Rebic

Qualche anno fa il Milan era la squadra più forte del mondo. Vinceva sempre, o quasi. E quando la situazione non si sbloccava l'allenatore faceva scaldare un giocatore che entrava in campo e toglieva le castagne dal fuoco: Daniele Massaro, per i tifosi rossoneri "Provvidenza".

C'è un giocatore in questa settimana che lo sta ricordando, almeno per l'impatto che ha al suo ingresso in campo: dopo la partita contro l'Udinese ci è voluto nuovamente Ante Rebic per risolvere la partita, regalando al Milan tre punti magari non meritati per quando visto in campo ma sicuramente pesantissimi in chiave Europa League. In attesa che si completi il 21° turno il Milan è momentaneamente sesto in classifica, posizione nemmeno immaginabile a dicembre dopo la sconfitta di Bergamo, così come era improbabile aspettarsi che il Mister Wolf che risolve i problemi fosse il croato, destinato non più tardi di un paio di settimane fa a tornare all'Eintracht Francoforte: prestito infruttuoso, inutile insistere da ambo le parti. Al contrario di André Silva, partito piuttostobene in Germania, titolare nel primo mese di Bundesliga e autore di 3 reti nelle prime 4 partite.

Le cose si sono ribaltate: il portoghese oggi alterna panchina a infruttuosi spezzoni di gara, il croato sta diventando la speranza di rinascita milanista con una media di un gol ogni 84 minuti. Il futuro, almeno fino a fine stagione, è il rossonero del Milan. E magari già domenica contro il Verona potrebbe arrivare una chance da titolare, cosa avvenuta in questo inizio stagione solo una volta.