Morrone (Adicosp): "Bisogna vietare ai club di concedere i mandati a vendere ai procuratori"

11.06.2021 08:12 di Pietro Andrigo Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttomercatoweb.com
Morrone (Adicosp): "Bisogna vietare ai club di concedere i mandati a vendere ai procuratori"
MilanNews.it

Continua a far discutere la puntata di Report, trasmissione della Rai, dedicata al mondo del calcio e, in particolare, alla gestione degli affari da parte di agenti e intermediari. Sul tema si è espresso, attraverso la propria pagina Facebook anche Alfonso Morrone, presidente dell’Adicosp (Associazione Direttori e Collaboratori Sportivi Calcio:

“Ho assistito l’altra sera alla trasmissione Report su Rai3. Non è mia intenzione esternare commenti e critiche su quanto evidenziato nel programma. Ci sono gli organi competenti deputati a verificare la realtà dei fatti e gli attori tirati in ballo, se richiesto, potranno adottare le loro linee difensive a tal riguardo. Su un punto però voglio soffermarmi. Lo faccio come appassionato di calcio, come addetto ai lavori e sopratutto come Presidente di Adicosp - Associazione Direttori e Collaboratori Sportivi Calcio che tiene a cuore la sostenibilità e la trasparenza del movimento. Credo che sia giunta l’ora di mettere il divieto alle Società calcistiche a concedere mandati agli agenti riguardo le cessioni e/o le vendite dei calciatori. Esiste la figura del DIRETTORE SPORTIVO preposta alle operazioni in questione. Questi vengono tesserati e contrattualizzati dai Club per gestire, tra le altre cose, la campagna trasferimenti, in uscita ed in entrata, degli atleti. Delegare persone esterne a trattare queste operazioni la trovo come una prevaricazione e soprattutto come una delegittimazione della figura del Direttore che invece andrebbe riqualificata è apprezzata ancor di più. Ho letto con piacere le dichiarazioni del Presidente Lega Pro Francesco Ghirelli a favore di una rivisitazione della figura e soprattutto delle competenze dell’Agente. Ogni figura professionale può dare il suo contributo al movimento calcistico, nel rispetto, però, delle proprie aree di competenza. Gli Agenti devono tutelare i calciatori, forti del mandato depositato, e i Direttori devono operare per conto delle Società".