Pagni: "Calciomercato: tra video e algoritmi ecco come Moncada e Almstadt guidano il Milan"

01.07.2020 08:00 di Gianluigi Torre Twitter:    Vedi letture
Fonte: Luca Pagni
Pagni: "Calciomercato: tra video e algoritmi ecco come Moncada e Almstadt guidano il Milan"

Questo il bollettino di Luca Pagni: "Alla fine la trattativa con i procuratori la fa Ricky Massara. E se c’è da convincere in giocatore ci pensa Paolo Maldini. Ovviamente, serve anche il via libera alla spesa per cartellino e ingaggio da parte di Ivan Gazidis, in stretto contatto con i vertici di Elliott a Londra.

Ma chi orienta le scelte, individua i possibili talenti e preparare i dossier dei giocatori che rispondono alle direttive del fondo americano )giovani di qualità da individuare prima che emergano) sono altri, In particolare, altri due: Goffrey Moncada e Hendrik Almstadt. Il primo è il capo degli scout e lavora con televisioni collegate con i maggiori campionati europei, sorbendosi centinaia di partite. L’altro è una sorta di direttore sportivo 4.0., nel senso che lavora con algoritmi e con i sistemi dei data analyst elaborando la lista dei giocatori che Moncada gli passa una volta scremata la lista dei possibili “talenti”.

In altre parole, il primo cerca la qualità, il secondo si assicura attraverso una serie di parametri, statistiche e continuità delle prestazioni che abbia un rendimento elevato. Soprattutto se parametrato a un prezzo conveniente.

Alla fine della doppia scrematura, il dossier con i pochi nomi rimasti passa ai dirigenti èer la trattativa finale.

Ma in tutto questo l’allenatore non conta? Certo che sì. Il Bollettino è pronto a scommettere che Ralf Rangnick abbia già indicato quei 2-3 giocatori che vorrebbe con sè al Milan la prossima stagione. Ma è probabile che tra giocatori cui non verrà rinnovato il contratto (da Bonaventura a Biglia, fino a Ibrahimovic) e possibili partenti, il turn over sarà molto forte e ci sarà bisogno anche di una panchina con un minimo di qualità. Senza scordare che anche il Milan deve costruirsi una piccola platea di tesserati con cui avere una casella in bilancio da riempire alla voce “player trading”.

Anche per questo, molte trattative del Milan si sanno solo all’ultimo momento quando ormai sono di fatto concluse (ultimo caso, il francese Pierre Kalulu): per evitare che parta un’asta al rialzo e il prezzo non valga più il livello delle prestazioni fin qui ottenute. E’ il rischio che corre Dominik Szloboszlai: non arrivare perché è ormai noto a tutti in Europa che è uno dei primi obiettivi del Milan, facendo lievitare i costi. Per quanto la trattativa è in corso e già avviata da tempo".