Rigamonti e dintorni: le partite a Brescia e i campioni bresciani rossoneri

23.01.2020 21:12 di Pietro Andrigo   Vedi letture
© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport
Rigamonti e dintorni: le partite a Brescia e i campioni bresciani rossoneri

Con un'editoriale sull'app ufficiale rossonera, il Milan ha ricordato i momenti più importanti dei rossoneri al Rigamonti di Brescia e i grandi campioni rossoneri di origine bresciana. Questo il contenuto della riflessione:

"Lo stadio di Mompiano che ospita la prima trasferta di ritorno del campionato rossonero è intitolato a Mario Rigamonti. Era un difensore del Grande Torino, scomparso a Superga. Per quella grandissima squadra simpatizzavano un po' tutti gli sportivi, quindi anche i tifosi milanisti dell'epoca. Dopo la tragedia del 1949, il Milan contribuì con il trasferimento di Riccardo Carapellese a Torino alla ricostruzione della squadra granata. Affinità elettive. Come quelle che esistono tra le due curve, quella bresciana e quella rossonera, gemellate praticamente da sempre. C'è tanto tifo rossonero nella provincia bresciana, come ben sa Davide Calabria che è cresciuto in Franciacorta e come ben sa il bresciano Mario Balotelli da sempre tifoso milanista.

Attorno a Brescia e allo stadio Rigamonti c'è tanta parte della storia rossonera. Il primo acquisto dell'era Berlusconi, approdato al Milan nell'estate 1986, è Dario Bonetti, nato a San Zeno Naviglio, assolutamente in provincia di Brescia. Sulle colline di Ome è nato Daniele Bonera che sul suo territorio ha promosso la nascita di un centro sportivo. Per non parlare di Travagliato e di Flero: il primo è il comune del rossonero del secolo, Franco Baresi, il secondo è quello (Fler, la pronuncia in dialetto) del due volte campione d'Europa in maglia rossonera Andrea Pirlo. Tanto Milan attorno a Brescia, ma per affrontare al meglio la squadra ottimamente allenata da Corini ci vorrà il miglior Diavolo possibile dentro lo stadio Rigamonti. In un venerdì sera molto importante."