Tutte le offerte rifiutate da Mandzukic dopo l'addio all'Al Duhail. L'ultima gara più di 10 mesi fa

14.01.2021 13:24 di Enrico Ferrazzi Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttomercatoweb.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Tutte le offerte rifiutate da Mandzukic dopo l'addio all'Al Duhail. L'ultima gara più di 10 mesi fa

Trentaquattro anni, Mario Mandzukic è centravanti svincolato che ha giocato la sua ultima partita ufficiale più di 10 mesi fa. Era il 7 marzo e il suo Al Duhail - squadra per la quale ha disputato in tutto 7 partite - scese in campo contro l'Al-Sailiya SC: vinse 2-1 e Mandzukic non segnò, come non ha fatto nelle altre cinque partite di campionato. L'unico gol di Mandzukic con la maglia dell'Al Duhail è arrivato nella Champions asiatica, contro il Persepolis. Unico acuto di un'avventura durata poco più di due mesi, da cui lo stesso Mandzukic s'è svincolato appena ne ha avuta la possibilità.
Mandzukic non ha mai veramente spiegato come è andata quell'avventura. Lo scorso 5 luglio, al momento della rescissione, si limitò a far sapere che fu scelta condivisa. In realtà, il croato spinse per andar via da un calcio che secondo lui non gli appartiene. Mandzukic voleva e vuole ancora giocare ad alti livelli e per questo ha salutato il Qatar.

Da quella decisione sono passati sei mesi. E da allora la situazione non è cambiata, con Mandzukic che resta svincolato e sul mercato. Non è un giocatore per tutti, perché le sue richieste economiche non sono alla portata di tutti, ma potrebbe esserlo per diversi club. E infatti in questi mesi le offerte non sono mancate: in estate, dopo un sondaggio del Galatasaray, fu la Lokomotiv Mosca a farsi avanti con una proposta piuttosto seria: Mandzukic disse no a un biennale da 4 milioni di euro e successivamente rifiutò anche lo Spartak Mosca. Nel mezzo, l'ipotesi Olympique Marsiglia, club che ancora oggi è alla ricerca di un centravanti: sarebbe dovuto sbarcare all'OM dopo la cessione di Kostas Mitroglou, che però è ancora lì anche se a margine del progetto.

A mercato chiuso timido sondaggio del Celta Vigo, che ha iniziato male la Liga ed era alla ricerca disperata di gol. Una offerta mai presa seriamente in considerazione da Mandzukic, che vedrebbe nel ritorno in Italia la chiusura di un cerchio dopo il divorzio dalla Juventus che fu sancito e deciso da Sarri e dai dirigenti bianconeri contro la sua volontà. Occhio anche al Besiktas, che ha pubblicamente ammesso di essere in trattativa col giocatore. Ma il Milan ha la priorità, a patto che Paolo Maldini - colui che più di tutti in dirigenza spinge per il suo ingaggio - presenti una proposta ufficiale a stretto giro di posta.